Primavera, i ragazzi di Grosso cadono in trasferta: a Empoli finisce 3-0

Primavera, i ragazzi di Grosso cadono in trasferta: a Empoli finisce 3-0


EMPOLI-JUVE, LA CRONACA DEL MATCH.

Ultimo appuntamento della fase a gironi del campionato Primavera. La Juventus scende in campo a Empoli contro la quarta forza del girone B. Bianconeri già qualificati alla fase finale da un paio di giornate, toscani invece a caccia di un posto tra le migliori d’Italia. Fabio Grosso deve fare a meno di Kean e si affida in avanti a Leris, Clemenza e Mosti. In mezzo al campo Kanoute, Bove e Matheus Pereira. A difendere la porta di Audero, “prestato” alla Primavera da Max Allegri, Semprini, Vogliacco, Andersson e Beruatto.

PRIMO TEMPO

L’avvio di gara è a dir poco scoppiettante. Passano infatti appena centoventi secondi e l’Empoli trova la rete del vantaggio. Punizione di mancino potente e precisa di Jakupovic che si insacca in rete sul palo del portiere, sorpreso in quest’occasione Audero. Dopo soli sessanta secondi i padroni di casa trovano il raddoppio con Manicone. Traore crea scompiglio sulla sinistra e si infila nella difesa bianconera, cross al centro per Manicone che con il piatto batte Audero. Avvio shock per la Juve che dopo appena tre giri d’orologio si trova sotto 2-0.

Prova la reazione la squadra allenata da Fabio Grosso con la traversa di Mosti: cross perfetto di Beruatto per l’ex fantasista dell’Empoli che, di testa, stampa il pallone sul montante superiore. Al 17° va vicino al gol Beruatto con una botta da fuori area che sfiora la porta difesa da Giacomel. Dieci minuti più tardi però è ancora l’Empoli a rendersi pericoloso. Uno scatenato Jakupovic va via sulla fascia e cerca Traore in area di rigore, provvidenziale la chiusura in scivolata di Beruatto.

Al 36° ancora azzurri vicini al tris: Traore ruba palla a Kanoute e conclude in porta, decisivo Vogliacco in traiettoria a salvare il risultato. L’ultima occasione del primo tempo è per la Juve con il sinistro di Matheus Pereira rimpallato però da Bianchi.

SECONDO TEMPO

Le squadre tornano in campo con gli stessi ventidue protagonisti. Dopo otto minuti Clemenza prova a sorprendere Giacomel su punizione ma il suo tiro termina sul fondo. Cinque minuti più tardi è Leris che va vicino alla rete del 1-2 con un diagonale di sinistro che sfila però sul fondo.

A venti minuti dalla fine Andersson perde la lucidità e si rende protagonista di un colpo proibito a Jakupovic che gli costa il cartellino rosso. Ultima parte di gara in 10 uomini dunque per la Juve e squalifica per il difensore svedese. Non una buona notizia in vista delle final eight. Alla mezz’ora l’Empoli cala il tris e chiude definitivamente il match con Zini. Taglio in profondità dietro la linea dei difensori bianconeri e tocco perfetto che si insacca alle spalle di Audero.

Il restante quarto d’ora di partita non vede nessun sussulto: Empoli pienamente soddisfatto del risultato, Juve in dieci uomini e quasi mai veramente in partita.

Dopo la netta vittoria contro il Pescara, la Juve cade a Empoli nell’ultima partita della fase a gironi del campionato.