Ferrero (pres. Sampdoria): “Se battiamo la Juve, premio alla squadra”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

“Darò un premio in denaro alla squadra se batterà la Juventus”, è ciò che ha dichiarato il patron della Sampdoria, Massimo Ferrero, nel corso dell’intervista  a Te la do io Tokyo, su Centro Suono Sport.

Ferrero ha poi parlato dell’interesse che genera la società blucerchiata sul mercato degli acquirenti: “Mi lusinga che tutti vogliano comprare la Sampdoria perché vuol dire che sto facendo bene, che non ha debiti, che sto facendo un centro sportivo, ma la società non è in vendita”. E poi ha continuato: “È falso che Sabatini sia coinvolto anche perché, ripeto, non vendo”.

Sull’eventualità di comprare la Roma, sua città natale: “Comprare la Roma sarebbe un sogno, sto qui a Genova a fare scuola guida. Io sono nato a Testaccio, ora il mio cuore è sampdoriano”.

Sullo stadio: “Vogliamo rimettere a posto lo stadio Ferraris, lo abbiamo in concessione per 99 anni. Lo amplieremo e lo renderemo moderno. Sposteremo le poltrone dell’Adriano allo stadio di Genova”.

Infine una parola su Cassano: “È una persona fantastica. Ha chiesto la risoluzione ed è stato accontentato, ha chiesto di allenarsi con noi e glielo abbiamo concesso. Ora basta”.