Verso Udinese-Juve: già in campo a Vinovo, si torna al 4-2-3-1

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Lasciate alle spalle le inutili polemiche del Napoli, la Juventus riparte e pensa all’Udinese. C’è una corsa da continuare, perché la Roma è quanto mai decisa a dare fastidio. E la vittoria dei giallorossi sull’Inter è stata un’altra iniezione di autostima.

Si torna al “classico”

Insomma, il messaggio per la Juve è chiaro: vietato fermarsi. Tanto più in questo momento della stagione, dove tutto sembra andare per il meglio: modulo trovato e condizione fisica ottima. È per questo che, fallito l’esperimento 3-4-1-2 in Coppa, Allegri tornerà all’ormai classico 4-2-3-1.

Oggi, a Vinovo, si è ripartiti subito al massimo: defaticante per chi ha giocato ieri, allenamento ad alta intensità per gli altri. Come ricorda il sito della Juventus, non c’è sosta: domenica, alle ore 15, c’è una trasferta dura.

La formazione

Detto del modulo, ci sono da decidere gli undici: non dovrebbero esserci sorprese, ma manca ancora tanto. Neto dovrebbe tornare in panchina, dopo le due partite consecutive: Buffon scalpita.

Lichsteiner e Asamoah faranno spazio a Dani Alves, apparso in crescita, e Alex Sandro. Daniele Rugani tornerà al suo posto, al centro della difesa, vicino a Leonardo Bonucci.

Il dubbio più importante è a centrocampo: Marchisio dovrebbe tornare a disposizione, mentre Khedira potrebbe riposare. Sicuro del posto è Pjanic: Allegri, in conferenza, ha scherzosamente detto che ha già riposato troppo.

Attacco pesante, infine: dietro a Gonzalo Higuaín, infatti, ci saranno Cuadrado, Dybala e Mandzukic. L’imperativo è evitare qualunque calo di tensione, perché il momento è tanto positivo quanto delicato.

Probabile formazione (4-2-3-1): Buffon; Dani Alves, Rugani, Bonucci, Alex Sandro; Marchisio, Pjanic; Cuadrado, Dybala, Mandzukic; Higuaín