Condò rivela un retroscena di casa Juve

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Il noto giornalista di Sky Sport Paolo Condò ha parlato ieri del diverbio tra Bonucci e Allegri nel corso di Juve-Palermo. L’ultima di una serie di ribellioni che ha visto coinvolti anche Paulo Dybala e Stephan Lichtsteiner.

LE PAROLE

“Sentendo opinioni diverse su questa storia, credo che l’episodio in sé, brutto che sia, fosse dovuto a un equivoco fra i due sulla questione delle sostituzioni. In generale penso che la rosa estremamente ricca della Juventus in questa stagione, più ricca delle stagioni precedenti, abbia portato a qualche mugugno. Però sempre senza citare una fonte, mi hanno detto che una delle principali fonti del mugugno sia stata già ceduta. È già andata via nel mercato di gennaio. Questo potrebbe aiutare a sistemare la situazione”. 

Per la sua caratura internazionale, Paolo Condò è poco avvezzo alle cosiddette bombe con l’unico scopo di farsi pubblicità. Non ne avrebbe alcun bisogno visto il suo status e considerando il fatto che stiamo parlando del giornalista italiano deputato a votare per l’assegnazione del Pallone d’Oro. Ecco quindi che la sue parole acquistano una certa veridicità alle orecchie di tutti. Evra pare essere la fonte principale dei mugugni ceduta a gennaio. Lo stesso giocatore in alcune interviste dopo la cessione ha confermato la propria delusione per il poco utilizzo nella prima parte di stagione.