Berardi, si preannuncia un testa a testa di fuoco fra Juve e Inter. Ma attenzione alle sirene estere

Berardi, si preannuncia un testa a testa di fuoco fra Juve e Inter. Ma attenzione alle sirene estere


Si annuncia più caldo del previsto il triangolo fra la Juventus, l’Inter e Domenico Berardi. La punta esterna calabrese, infatti, alla fine di questa stagione dovrà decidere cosa fare del suo futuro, che ad oggi appare lontano da Sassuolo e vicino ad una delle due big italiane e non solo.

Ma facciamo ordine. Innanzitutto, con la Juventus nel giugno scorso è caduto qualsiasi vincolo legato al diritto di prelazione, e quindi Berardi potrebbe davvero finire ovunque. I bianconeri rimangono però ancora interessati al giocatore, e la cifra indicativa per acquistarlo si aggira oggi attorno ai 24 milioni di euro, salvo rincari dovuti al prosieguo dell’annata, che il Sassuolo divide fra impegni di campionato ed Europa League.

berardiAlla stessa cifra non avrebbe problemi ad arrivare anche l’Inter, che difatti all’inizio del recente calciomercato estivo ha provato un serio affondo per strappare l’attaccante agli emiliani. Niente da fare, Berardi ha voluto continuare nel suo processo di crescita alla corte di Di Francesco giocandosi le sue chances anche in campo internazionale, conquistato con merito nella scorsa stagione ai danni del Milan. Ad ogni modo, la parte nerazzurra di Milano rimane sicura sulle possibilità di acquistarlo la prossima stagione, per via di una preferenza di cui Ausilio godrebbe non soltanto in virtù di una fede calcistica che Berardi aveva da bambino nei confronti del biscione, ma prettamente legata al progetto e, probabilmente, legata soprattutto alle possibilità di giocare come titolare.

Tuttavia, fra Inter e Juventus non è da escludere la pista estera. Difatti, come rivela anche il Corriere dello Sport, Berardi è sempre piaciuto al Barcellona in Liga ed al Tottenham in Premier League. Ed entrambe le compagini costituiscono sicuramente un ostacolo ostico per un’eventuale asta al rialzo, considerando le ingenti disponibilità economiche di cui godono.