Juve, si studia il doppio colpo Pjaca-Gabigol

Juve, si studia il doppio colpo Pjaca-Gabigol


L’attenzione è tutta su Higuain, ma la Juve lavora su più fronti: i bianconeri stanno studiando un doppio colpo. Nel segno della linea verde, inaugurata da qualche anno: campioni e promesse, per garantirsi un costante ricambio generazionale. Per questo motivo, Pjaca e Gabigol sono obiettivi concreti e si punta a chiudere in fretta.

Pjaca

Pjaca era in Macedonia, qualche giorno fa, per l’andata dei preliminari di Champions: la sua Dinamo ha vinto per due a uno, contro i padroni di casa del Vardar. L’accordo era chiaro: in caso di vittoria netta, i croati avrebbero lasciato partire Marko. Difficilmente la Dinamo lo rischierebbe per il ritorno, dato che la trattativa è davvero molto avanzata: venti milioni di euro più cinque di bonus, è questo l’accordo. Il nodo sta nella modalità di pagamento: tutti subito, chiede la Dinamo, rateizzazione, risponde la Juve. La sensazione è che l’affare si farà, nonostante il mai sopito interesse di Milan e Napoli.

I bianconeri avrebbero voluto portare il croato in Australia, programmando le visite mediche in questo fine settimana, ma quest’intoppo e l’accelerata per Higuain potrebbero far slittare la chiusura di una settimana. Lunedì potrebbe essere il giorno giusto, così come per Gabigol: la situazione del brasiliano è molto articolata, tra fondi di investimento e percentuali varie. Come accade spesso in Brasile, bisogna agire con cautela, per non varcare la soglia della norme Fifa.

gabigol-santos

Il Santos chiede circa venticinque milioni, consapevole che l’attaccante non vuole rinnovare. Insomma: le richieste sarebbero ben altre, ma in queste situazione bisogna scendere a compromessi. La Juve è ferma a diciotto milioni, che però non bastano, ma potrebbe alzare l’offerta e avvicinare le pretese dei brasiliani: c’è l’interesse di Chelsea e Arsenal che spaventa, quindi non c’è tanto tempo da perdere. È un profilo che piace davvero molto, Gabigol, nonostante in patria sia descritto come un ragazzo arrogante e spesso pronto alla provocazione dell’avversario: limiti caratteriali dovuti all’età, da limare e Torino sembra il posto ideale per farlo.

Un classe ’95, Pjaca, e un ’96, Gabigol: la Juve pensa al presente, buttando un occhio al futuro. Il talento dei due è innegabile, anche se si tratta comunque di due scommesse: i tanti campioni bianconeri, però, possono aiutarli. E già durante la prossima settimana ne sapremo di più.

ULTIME NOTIZIE