Vučinić: “Alla Juve avverti subito la mentalità vincente”

Mirko Vučinić, ex attaccante della Juventus, ha rilasciato una lunga intervista a “Tuttosport“. Il montenegrino si è trovato, ormai cinque anni fa, nella stessa situazione in cui si trova in questi giorni Miralem Pjanić: il passaggio dalla Roma ai bianconeri.

SUL PASSAGGIO DEL BOSNIACO ALLA JUVE –Di quello che capita nel mondo del calcio non mi stupisco mai. La Juventus si rinforza ulteriormente, Pjanić è un giocatore importante. Parliamo di un campione, uno che fa la differenza e lo ha dimostrato con la Roma. Per me non fu semplice lasciare i giallorossi, però alla fine non mi sono pentito della scelta: alla Juventus sono stato benissimo e ho vinto tanto. Differenze? A Roma c’è più pressione. Poi nello spogliatoio della Juve avverti immediatamente una mentalità unica, vincente. Se pareggi in rimonta al novantesimo non trovi mai nessuno che ride o abbia voglia di scherzare. Vedi tutta gente arrabbiata: lì conta solo la vittoria“.

pjanic-juve-romaSU PJANIĆ COME SOSTITUTO DI PIRLO –Andrea è speciale, unico e giocandoci assieme l’ho capito ancora meglio. Non ho visto altri giocatori in grado di ricevere palla nella propria area di rigore, riuscendo poi a uscire con disinvoltura palla al piede“.

SU POGBA –Che fosse un campione lo capimmo subito: era un giovane di personalità e con numeri fantastici. Non mi sento di dargli consiglio, dico solo che essere la stella della Juventus non capita a tutti“.

CHIOSA SULL’ AVVENTURA ALL’AL-JAZIRA E  SUL FUTURO –A livello calcistico ho trovato strutture bellissime. La qualità della vita è molto alta: sicurezza massima, spiagge splendide, ottimi ristoranti, il top per la famiglia. Sono molto soddisfatto. Lecce? Mi piacerebbe chiudere lì la carriera. Ho ancora un anno di contratto, vedremo“.

Siamo su Google News: tutte le news sulla Juventus CLICCA QUI

I commenti sono chiusi.

Preferenze privacy