Roma-Juve Primavera, De Rossi: "Le squadre si sono equivalse. E' stata una bella partita"

Roma-Juve Primavera, De Rossi: “Le squadre si sono equivalse. E’ stata una bella partita”


La Roma di Alberto De Rossi ha primeggiato ai rigori contro la squadra di Fabio Grosso. La Juventus Primavera si è vista così strappar via lo scudetto, col tecnico giallorosso che ha rilasciato alcune dichiarazioni  a Sky Sport sul match disputatosi ieri sera.

SQUADRE UGUALI – “Al termine dei supplementari e, successivamente con i rigori, sembrava una cosa davvero negativa assegnare a una squadra la vittoria. Credo che le squadre si siano equivalse, mostrando un’idea di gioco molto simile, senza speculare sull’errore e giocando sulle seconde palle. E’ stata una bellissima giornata di calcio. Siamo riusciti a vincere la partita perché l’abbiamo meritato grazie ai ragazzi che hanno avuto più carattere”.

GRANDE PARTITA – “Se dovessi scegliere una miglior partita non saprei se scegliere la semifinale con l’Inter o quella di ieri sera. Abbiamo avuto diverse assenze tra cui quella di Sadiq, Tumminiello e Nura. Possiamo aggiungere anche quella di Soleri, che avevamo portato in panchina nonostante non fosse pronto. Poteva essere un rischio farlo entrare, lui era disponibile ma noi preferiamo non correre rischi. Abbiamo dovuto cambiare il nostro assetto e ne abbiamo risentito, abbiamo giocato con una punta e due trequartisti  e non siamo riusciti ad accorciare. Il sistema di un anno è decisamente diverso da quello di una settimana. Credo che sia stato in queste partite che si è vista la reale qualità del gruppo, altrimenti non sei in grado di uscire da situazioni imbarazzanti”.

alberto-de-rossi

La Juve s’inchina dunque ad un degno avversario ma con la consapevolezza di aver fatto grandissimi passi avanti. Il futuro è roseo per i giovani bianconeri.

 

ULTIME NOTIZIE