Cavani, che bordata: “Rispetto Ibra, ma non sarò il suo erede”

E adesso quale sarà il futuro di Cavani? È che in zona mista, dopo la finale col Marsiglia, il Matador non ha avuto peli sulla lingua: “Non sono d’accordo col presidente, non sarò l’erede di Ibrahimovic”, ha dichiarato. Salvo quindi aggiungere subito: “Mai avuti problemi con lui. Ma io sono Cavani e lui è Ibra. È solo questo”. Ecco: tutto chiaro.

Tutto chiaro anche per quanto riguarda la sua situazione: “Per ora sono un giocatore del Psg, poi si vedrà…”. Precisiamo, però: tra Cavani e la Juventus c’è una bozza d’accordo, fissata sempre sui sette milioni d’euro con bonus compresi. È infatti il Psg ad opporre resistenza: per l’uruguaiano, i transalpini chiedono almeno 5o milioni. E i bianconeri? Aspettano, valutano. Di sicuro, con intenzione di tentare l’affondo.

pastore cavani

Insomma: anche queste ultime parole potrebbero essere un assist niente male. La Juventus, comunque, cercherà di rinforzare l’attacco al meglio. E sì, Cavani rientra nella lista ristrettissima degli uomini da ‘salto di qualità’.

 

Siamo su Google News: tutte le news sulla Juventus CLICCA QUI

I commenti sono chiusi.

Preferenze privacy