Juve-Lazio, l’unico a salvarsi è Marchetti: vice-Buffon se parte Neto

Nella serataccia della Lazio un solo nome riesce a sfuggire alle tenebre: quello di Federico Marchetti. Il portiere biancoceleste è stato infatti uno dei pochi a salvarsi tra i suoi, mettendosi in luce con interventi di ottima qualità contro la Juventus.

VICE – La società bianconera non mette dunque da parte l’ipotesi di poter scegliere lui come vice di Gianluigi Buffon, soprattutto nel caso in cui Neto dovesse clamorosamente lasciare Torino. Il portiere della Lazio ha appena rinnovato il suo contratto fino al 2018, dunque la Juve dovrebbe sedersi al tavolo delle trattative con un cliente abbastanza scomodo: Claudio Lotito. Una situazione non semplice, ma che potrebbe sbloccarsi mettendo sul piatto soldi e contropartite tecniche, sfruttando dunque gli esuberi previsti per la prossima stagione. Si tratterebbe di trattative strettamente necessarie qual’ora il brasiliano decidesse di partire, in quanto la Signora necessita di un profilo di spessore per sopperire a possibile assenze del suo numero 1.

NETO 6. Forse è arrivato con la presunzione di poter giocarsi un ruolo da protagonista. Forse ha visto la Juventus come una sorta di riscatto sociale. O forse, più semplicemente, ha colto un'occasione che per la sua carriera non rappresentava proprio il massimo. Resterà altri sei mesi, poi subito ai saluti: c'eravamo tanto stimati, però...

QUESTIONE NETO – L’attuale secondo di Gigi scalpita per giocare da titolare, dunque i bianconeri potrebbero optare per un prestito biennale verso una destinazione a lui gradita. Una cessione a titolo definitivo appare invece una possibilità poco concreta, dato che la società crede fermamente nelle sue potenzialità e lo vede come il vero erede per la difesa della porta juventina.

Situazione dunque da monitorare, con l’opzione Marchetti che ingolosisce ancora. A maggior ragione dopo l’ottima prestazione di ieri sera.

Siamo su Google News: tutte le news sulla Juventus CLICCA QUI

I commenti sono chiusi.

Preferenze privacy