Juve, svelata la data dell’udienza per frode fiscale: chiesto il sequestro di 437mila euro

E’ fissata per il 21 dicembre l’udienza di camera di consiglio per discutere l’appello dei pubblici ministeri avverso all’ordinanza del Gip del Tribunale di Torino concernente la richiesta dei magistrati del sequestro preventivo nei confronti della Juventus di circa 437mila euro, in relazione al presunto reato di dichiarazione fiscale fraudolenta. Lo spiega lo stesso club bianconero nel progetto di bilancio al 30 giugno 2022. A riportare la notizia è Calcio e Finanza.

Juventus udienza GIP

Il comunicato della Juventus

“In data 21 dicembre 2022 è fissata udienza in camera di consiglio per la discussione dell’appello dei Pubblici Ministeri avverso l’ordinanza del GIP presso il Tribunale di Torino, concernente la richiesta dei Pubblici Ministeri di sequestro preventivo nei confronti di Juventus di € 437.403,28, quale asserito profitto dei presunti reati tributari sopra richiamati, aggiunge il club bianconero.

LEGGI ANCHE:  “Quel momento arriverà”, Di Maria gela i tifosi della Juventus: la rivelazione sul futuro

“La Società è, pertanto, esposta al rischio che anche l’Agenzia delle Entrate, nell’ambito della propria ordinaria attività di verifica, avvii accertamenti e assuma posizioni difformi da quelle adottate dalla Società e pertanto avanzi contestazioni in merito al regime fiscale applicato alle citate operazioni”, conclude la Juventus“.

Sei qui: Home » News » Juve, svelata la data dell’udienza per frode fiscale: chiesto il sequestro di 437mila euro