Sei qui: Home » News » Superlega, duro attacco ad Agnelli: “Se il calcio è malato, è anche colpa sua!”

Superlega, duro attacco ad Agnelli: “Se il calcio è malato, è anche colpa sua!”

Karl Heinz Rummenigge, ex amministratore delegato del Bayern Monaco, di cui rappresenta tuttora una voce autorevole, ha rilasciato una lunga intervista al Corriere della Sera, nella quale si è espresso anche sul tema Superlega, sferrando un deciso attacco nei confronti di Andrea Agnelli, presidente della Juventus. Fu proprio Rummenigge a scegliere il numero uno del club bianconero come suo successore alla presidenza dell’ECA.

Superlega
Juventus Agnelli Rummenigge Superlega

Le parole di Rummenigge

Sulla Superlega: “La crisi economica di Barcellona e Juve dimostra come la Superlega fosse la mossa della disperazione. E anche il modo dilettantistico in cui l’hanno presentata lo dimostra. La Champions resta la competizione più amata. Non ho capito perché uno come Andrea Agnelli, che mi ha sempre dato l’impressione di essere intelligente, abbia agito così” ha detto Rummenigge a proposito del discusso progetto.

LEGGI ANCHE:  Calciomercato Juventus, assalto al nuovo terzino: prima serve una cessione pesante

Sulle dichiarazioni di un calcio malato, spesso associate alla scelta di percorrere la via della Superlega, l’ex AD del Bayern ha aggiunto: «Grazie a chi? Anche grazie allo stesso Agnelli. City e PSG, questo è la realtà, hanno drogato il mercato con soldi di Stati esteri portando il mercato fuori controllo ogni anno di più. Il Bayern ha una filosofia diversa, sempre con il bilancio in attivo da 30 anni».