Sei qui: Home » News » Milan, Inter o Juventus? Adani convinto: “C’è una sola favorita per lo scudetto!”

Milan, Inter o Juventus? Adani convinto: “C’è una sola favorita per lo scudetto!”

Sono stati 3 i gol con cui la Juventus ha inaugurato il suo campionato, battendo in casa il Sassuolo di Dionisi nella prima della stagione.

A ipnotizzare lo sguardo dei tifosi sono state soprattutto le splendide giocate di Di Maria, autore di una prestazione lodevole, macchiata soltanto dalla lesione all’adduttore, che lo terrà lontano dal campo per almeno 10 giorni.

IL COMMENTO

Della partita disputata dai bianconeri ha parlato, in diretta alla BoboTv, l’ex difensore e oggi opinionista Lele Adani, che ha ribadito come, secondo lui, la squadra di Allegri sia di fatto la più forte: “La Juventus non ha avuto un buon approccio, ad un certo punto è cambiata l’inerzia della gara e ha svoltato, doveva iniziare prima a giocare così, perché quando hai Cuadrado e Di Maria puoi giocare diversamente. Il 3-0 viene da un posizionamento giusto della Juve, finalmente sta alta, indirizza un’uscita del Sassuolo e induce Ayhan a forzare la giocata

LEGGI ANCHE:  La Juventus si schiera al fianco della ricerca sul cancro: il comunicato
Vlahovic Di Maria Juventus

“Il punto però è un altro – ha poi aggiunto – e cioè che quando si fanno le griglie di partenza e si studiano le rose, non si può non mettere la juve al primo posto, non sarebbe rispettoso per la Juventus, che è stata fatta per vincere, non per costruire: Pogba, Di Maria, Kostic, Bremer. La Juve non ha preso giovani, ma giocatori tra i 28 e i 30 anni a cui si aggiungono Szczesny, Bonucci, Sandro, Danilo, Cuadrado e due giovani italiani forti come Locatelli e Chiesa, che portano futuriblità. Questa squadra è stata costruita per vincere, non si può non pensare che sia la prima candidata a vincere il campionato. La rosa del Milan non può essere considerata dello stesso livello, contro l’Udinese ha vinto senza Kjaer, Ibra, Giroud, Kessie. Non capisco perchè nelle opinioni collettive la Juve non è avanti a tutte. La Juve deve essere avanti a tutte“.

Gabriella Ricci