“Juve, tutto qui quello che sai fare?” : l’opinione del giornalista

Mario Sconcerti è intervenuto alla trasmissione radiofonica Maracanà di TMW Radio, parlando della sfida di Supercoppa. Il giornalista si è concentrato sulla distanza di forza abissale vista ieri sera tra Inter e Juve, con i nerazzuri che, nonostante il risultato striminzito, hanno dominato il match.

Sconcerti, Supercoppa, Juventus

Ecco il commento generale di Sconcerti sulla partita:

“E’ stato un buon primo tempo della Juve e un secondo dominato dall’Inter. Per entrambe non ci sono stati tiri, non ricordo parate importanti dei due portieri. E’ stato un dominio abbastanza netto dell’Inter, con la Juve che non è riuscita a ripartire nella ripresa. Una partita con un andamento molto più chiaro di quanto dica il risultato. Ho visto una differenza netta tra le due squadre”

Parlando della Juve, l’opinionista è rimasto sorpreso del grande gap tra le due squadre:

L’Inter è molto più forte della Juve, la partita ha ribadito la classifica. In questo momento la Juve non è più un avversario per l’Inter. Non sarà facile colmare in fretta questo gap. La Juve mi è piaciuta nel primo tempo, anche se si è abbastanza difesa. E’ comunque troppo poco, non può essere tutta qui la Juve”

Infine, ha speso qualche parola su Alvaro Morata, autore di una partita di grande sforzo e sacrificio:

“Se giocasse vicino alla porta giocherebbe da solo, perché di palloni gliene arriverebbero pochi. Credo che McKennie mezzala sinistra è un’idea di Allegri, perché la sua marcatura ha portato via dalla partita Barella. E’ stata tutta la squadra che non ha avuto la forza di spingere dietro l’Inter”

Alessio Dambra

Siamo su Google News: tutte le news sulla Juventus CLICCA QUI

Preferenze privacy