Tacchinardi parla così di Dybala: “Deve farlo con i fatti”

L’ex centrocampista Alessio Tacchinardi ha parlato della situazione Juventus e del suo numero 10 Dybala. La situazione non è così critica e bisogna dare il tempo ad Allegri di trovare la giusta strada.

L’ex bianconero ha così commentato la situazione della Vecchia Signora e del suo comandante Allegri :

“Secondo me diamo ad Allegri delle attenuanti. E’ normale che se tra due mesi vediamo la stessa Juventus di oggi lo si può criticare. Oggi però è presto, anche se la Juve non mi sta piacendo. Fa fatica nei secondi tempo, non ha ancora identità e mentalità. Ma non credo che sia colpa di un tecnico arrivato ora dopo diverse difficoltà presenti. La spia si è accesa, ma se tra un mese o due vediamo la stessa Juventus lo si può criticare, ora no”.

Tacchinardi ha aggiunto, sempre ai microfoni di Tutto Mercato Web Radio, un commento su Dybala e sul ruolo che dovrebbe avere all’interno della squadra:

“Allegri è uno dei migliori, ma credo che anche lui si aspettasse un avvio così. Soprattutto domenica ti trovi un Milan che se ti dovesse battere andresti in un ritardo clamoroso. Non basta forse un allenatore top in queste condizioni. Io però credo ne uscirà fuori, ma non mi aspettavo un avvio così. Si vede ancora poco, ma lo è da tempo ormai, il dna Juve. Nel breve tempo Allegri deve riuscire a trovare la quadra a una squadra che dopo tre partite non mi aspettavo così in difficoltà.

Dybala? Deve prendersi la Juve con i fatti.

E De Ligt fuori? Forse un motivo c’è, ma quale problema ha?”.

Siamo su Google News: tutte le news sulla Juventus CLICCA QUI

Preferenze privacy