Corriere della Sera – La resa di Sarri, la società a febbraio rassicurò i calciatori sul suo addio a fine stagione

Mario Sconcerti, dalle colonne del Corriere della Sera, rivela un retroscena esplosivo riguardante lo spogliatoio bianconero.

Secondo Sconcerti, infatti, a febbraio la società avrebbe rassicurato i calciatori della Juventus, scontenti del lavoro di Sarri, garantendo loro che il tecnico ex Napoli sarebbe stato sostituito a fine stagione.

Da quel momento, i calciatori bianconeri avrebbero preso in mano la situazione, liberandosi dei dettami del tecnico e scendendo in campo come una somma di individualità, vanificando l’apporto di Sarri.

La sospensione del campionato causa Covid-19 e il conseguente slittamento della fine di tutte le competizioni ad agosto potrebbero però modificare i piani del club bianconero, che non avrebbe tempo e modo di sostituire Sarri prima dell’avvio della stagione 2020-21.

Siamo su Google News: tutte le news sulla Juventus CLICCA QUI

I commenti sono chiusi.

Preferenze privacy