Dybala si racconta: "Il calcio mi manca molto, gioco anche a casa ma non è lo stesso"

Dybala si racconta: “Il calcio mi manca molto, gioco anche a casa ma non è lo stesso”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Paulo Dybala si racconta in una video-intervista pubblicata dall’Adidas, in cui parla della sua esperienza con il coronavirus e rivela alcune sensazioni sulla quarantena. Le parole del numero 10 bianconero:

Non pensavo che il calcio mi mancasse così tanto. Ho bisogno di tornare a giocare, vedere i miei compagni e toccare la palla. Gioco anche a casa ma non è la stessa cosa. Come ho sempre detto, quando hai una passione, fai di tutto. Ancora non sappiamo quando tornare, non è una vacanza con date prestabilite, l’unica cosa da fare è rilassarsi e mantenersi un po’ in forma”

“Rimanere isolati a casa per molto tempo porta inevitabilmente a provare e a scoprire nuove cose. Per fare un esempio ho provato la yoga e mi sono appassionato. Ho capito che mi aiuta molto“.

“Molte persone pensano che nasciamo già a vent’anni e che abbiamo già tutto pronto. A me non è mai mancato niente, ma vengo da una piccola città con il sogno di giocare in stadi importanti. Sembrava impossibile, ma è stato molto difficile crederci e arrivare così lontano“.

CONOSCI SPAZIOJ?

SpazioJ è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioInter.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy