Juve-Roma in Coppa Italia e penso ad Alessandro Del Piero

Alessandro Del Piero intervista
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Era il 24 gennaio 2012, e in una gelida serata torinese si giocava Juventus-Roma, quarti di finale di Coppa Italia, in un Allianz Stadium (allora Juventus Stadium) inaugurato da appena quattro mesi.

Antonio Conte, non particolarmente affezionato alla Coppa Italia e dotato di una rosa non troppo ampia, decide di ricorrere a un turnover esasperato. Tra i titolari, infatti, ci sono Storari, Giaccherini, Marrone, Estigarribia e il neo acquisto di gennaio Borriello.

Ma al fianco di quest’ultimo c’è lui, il capitano, il numero 10: Alessandro Del Piero. No, non era un bel periodo per il più grande marcatore della storia bianconera, che fino a quel momento non aveva ancora siglato il suo primo goal stagionale. Conte, suo ex compagno di squadra, gli aveva concesso pochissimo spazio, preferendogli quasi sempre la coppia Matri-Vucinic.

L’inesorabile scorrere del tempo aveva così ridotto anche il minutaggio in campo di Del Piero, che fin da settembre sapeva con certezza che quella sarebbe stata la sua ultima stagione con la Vecchia Signora.

Quel 24 gennaio, però, il tempo si fermò. Anzi, tornò addirittura indietro.

Minuto 29 della prima frazione di gioco: lancio di Bonucci, che raggiunge la trequarti avversaria. Borriello fa la sponda di testa e serve Alessandro Del Piero. Il numero 10 punta Kjaer, e in una carambola fortunosa con Taddei si ritrova il pallone tra i piedi. A quel punto lascia partire un destro a giro, quasi d’istinto.

Tutto, in quel momento, si ferma: lo Stadium sembra trattenere il respiro, come in una spasmodica e delirante attesa. Ed ecco che, proprio in quel momento, la “macchina del tempo” ricomincia a funzionare, e riporta tutti i presenti indietro di molti anni.

Già, perché quel pallone va a finire proprio lì, sotto l’incrocio dei pali, con Stekelenburg che non può far altro che ammirare la magia del capitano bianconero.

È lui, è proprio lui, il goal “alla Del Piero”, il suo primo goal nel nuovo stadio.

Quella partita terminò 3-0 in favore della squadra di Antonio Conte, ma se in futuro sarà difficile ricordare le altre due marcature, il 2-0 di Del Piero resterà nella memoria dei tifosi bianconeri. Proprio come lui, indimenticabile.

Simone Nasso