Sarri: “Anastasi grande calciatore e grande uomo. Bernardeschi resta, l’intesa tra i nostri attaccanti c’è”

Live Sarri Conferenza
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Domani sera alle 20:45 la Juventus affronterà in casa il Parma nella prima giornata del girone di ritorno.

Di seguito le parole di Maurizio Sarri nella conferenza stampa pre-match.

In apertura un pensiero per Pietro Anastasi: “Prima di tutto voglio ricordare Anastasi, è stato un calciatore importante per la Juve e il calcio italiano, un grande uomo. Ricordo l’europeo del ’68 giocato da protagonista“.

Su chi giocherà in difesa: “De Ligt viene da un periodo di riposo, può giocare. Anche Bonucci ha riposato, Rugani è pronto”.

Sul tridente: “È una possibilità, dobbiamo dominare ma senza rischi, bisogna trovare il giusto equilibrio. Dybala sta facendo benissimo, con e senza Ronaldo. Non è vero che non c’è intesa tra i nostri attaccanti”.

Un commento sul prossimo avversario, il Parma: “Non hanno grandi punti deboli, sono solidi difensivamente e fisicamente, bravi nelle ripartenze. Dovremo essere attenti a non concedergli troppo, non mi sorprendo della loro posizione in classifica. Spero che Kulusevski sia in forma quando verrà da noi e non domani”.

Sulle voci di mercato che riguardano Emre Can e Bernardeschi: “Non penso al mercato, non escludo che Emre possa rilanciarsi con noi in qualsiasi momento. Per quello che so, Bernardeschi non mi lascerà”.

Su Douglas Costa e Rabiot: “Nelle sue condizioni un minutaggio troppo elevato può far male a Douglas, bisogna gestire bene il suo recupero. Adrien ha trovato continuità e fiducia, il suo rendimento sta migliorando in maniera importante. È molto più tattico e presente in difesa di quanto pensavo, non mi stupirei se venisse nuovamente convocato in nazionale“.

Sul principale avversario in campionato, l’Inter: “Non ho paura di loro, noi dobbiamo pensare soltanto ad esprimere al massimo il nostro potenziale. Non penso a Juve-Inter, solo al Parma”.