Fabrizio Miccoli nei guai, condanna per estorsione

Fonte foto: screenshot Youtube
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Non c’è pace per Fabrizio Miccoli. L’ex calciatore, tra le altre, di Palermo e Juventus è stato condannato in primo grado a scontare tre anni e sei mesi di reclusione per estorsione aggravata da legame con la mafia.

Su Miccoli, stando a quanto si legge da Ansa, pende l’accusa di aver domandato a Mauro Lauricella, figlio di Nino, la restituzione di ventimila euro (legati alla cessione di una discoteca) ad un imprenditore di nome Graffagnini. Tutto questo sarebbe avvenuto per intercessione di un amico, tal Giorgio Gasparini.

Miccoli ricasca nel giro della mafia. Meglio ricordarlo per le gesta da calciatore.