Commisso: “Con la Juve vinciamo, no al razzismo”

Commisso: “Con la Juve vinciamo, no al razzismo”


Intervistato dal Corriere Fiorentino, il neo presidente della Fiorentina, Rocco Commisso, ha parlato del prossimo match contro la Juventus e non solo.

Su Fiorentina-Juventus: “Sarò della partita. Vedremo cosa accadrà ma tutti avranno il mio supporto. Ai tifosi dico che vinceremo e basta con gli insulti alla Juventus”.

Sul razzismo nel calcio: “Se nessun presidente ha mai preso le distanze sui cori razzisti al Napoli allora io sarò il primo. Il primo giorno che venni qui, alcuni tifosi mi chiesero una foto mostrandomi una sciarpa con frasi spiacevoli contro la Juve. Tutto ciò non mi piacque per nulla, i tifosi devono rispettare sia le altre squadre sia le altre tifoserie”.

Su Chiesa e sul futuro della Viola: “Sarei felice se un calciatore rimanesse come fatto in passato da Antognoni. Chiesa se vuol restare resti, ma alla fine sono sempre i calciatori a decidere il proprio futuro. Ho trattenuto il ragazzo dicendogli che non poteva partire. Per il futuro della Fiorentina, mi auguro di costruire una squadra competitiva che lotti per grandi traguardi”.

Chi Siamo

Spazio J è un giornale online in cui troverai sempre le ultimissime news sulla Juventus Football Club, foto, calciomercato, video, magazine, informazioni utili, prezzi dei biglietti e orari di mezzi di trasporto per lo Juventus Stadium.

Nuovevoci

Appendice sportiva della testata giornalistica "Nuovevoci" - Aut. Tribunale di Torre Annunziata n. 3 del 10/02/2011

Direttore responsabile: Pasquale Giacometti

Iscrizione al Registro degli Operatori per la Comunicazione n. 22640, autorizzazione della Lega Serie A all’esercizio della cronaca audio/video.

Testata non ufficiale, non autorizzata o connessa a Juventus Football Club S.p.A. o I marchi JUVENTUS, JUVE e Juventus.com sono di esclusiva proprietà di Juventus Football Club S.p.A., il cui sito ufficiale è www.juventus.com

Contatti: ufficiostampa@nuovevoci.it

Copyright © 2015 Cierre Media Srl

Preferenze privacy