L'avvincente 2018 di Massimiliano Allegri

L’avvincente 2018 di Massimiliano Allegri


Da qualche anno a questa parte, nel bilancio di fine anno di Massimiliano Allegri vi è sempre una costante a fare rumore più delle altre. E non parliamo dei trofei, quelli sono solamente una pure conseguenza di vittorie e sudore, sudore e vittorie.

La costante che accompagna Allegri negli ultimi anni è la parola record. Quelli macinati dalla sua squadra, ma raggiunti grazie al suo lavoro, alle sue strategie, agli schemi riusciti e anche a quelli che non si sono mostrati vincenti. Record che, anno dopo anno, allungano la lista.

Nel 2018 di Massimiliano Allegri c’è il record di 101 punti nell’anno solare: nessuno in Europa è riuscito a fare meglio.

C’è il girone di andata chiuso a 53 punti e, anche in questo caso, si tratta di una prima volta, stavolta in Serie A.

Ci sono ben 100 gol segnati dalla sua squadra nell’anno appena concluso. E il merito, se non diretto, ci sembra comunque un po’ suo.

Ci sono 0 sconfitte subite in trasferta, in campionato, ennesimo frutto di un lavoro sulla squadra e sui singoli, soprattutto.

C’è la vittoria dello Scudetto, il settimo di fila e uno dei più appassionanti.

C’è la Coppa Italia alzata nel cielo dell’Olimpico.

E poi c’è quella serata, quasi, memorabile. Quella in cui i bianconeri hanno sfiorato l’impresa di rimontare il 3-0 del Real Madrid e sono stati puniti, guarda caso, da colui che qualche mese dopo sarebbe stato il colpo dei colpi.

Ecco, Cristiano Ronaldo alla Juventus è uno dei best moment di Allegri bianconero nel 2018. Uno della lunghissima lista di successi, vittorie e obiettivi raggiunti.

Complimenti ai ragazzi”, ma anche un po’ a lei, Mister!