CR7 e l’ossessione da gol

CR7 e l’ossessione da gol


Non fa più notizia la Juve vincente nell’ennesima sfida di cartello, seppur con qualche minuto di sofferenza nella seconda frazione di gioco: la costante del gol di Mario Mandzukic, il controllo quasi totale dei vari momenti di gara, la rete inviolata sono ormai i soliti ingredienti di questa Juve perfetta.

C’è però in tutto ciò un piccolissimo difetto, che da minuscolo assume dimensioni gigantesche vista la portata del soggetto: Ronaldo e la quasi spasmodica ricerca del gol che oggi non è arrivato.

Con la partita di stasera salgono a sei le partite senza gol su azione per CR7 (esclusi appunto i rigori trasformati contro Fiorentina e Torino), un dato spaventoso per uno come il fenomeno portoghese. Più nel dettaglio, contro la Roma (sua vittima italiana preferita) Ronaldo ha tentato la conclusione per ben 10 volte – molto più di chiunque altro stasera: seguono Alex Sandro a quota 4, poi Nzonzi e Zaniolo a 2 – ma centrando la porta solo 3 volte. Sulla sua strada Olsen ha sbarrato qualsiasi spiraglio di porta e la sfortuna ci ha messo comunque del suo, ad esempio con l’intervento miracoloso di Cristante a porta sguarnita.

Il cinque volte Pallone d’Oro domina incontrastato la speciale classifica dei tiri per partita in media che, manco a dirlo, sono 7; segue molto da lontano il napoletano Insigne a 4,6.

È sicuramente un Ronaldo diverso, quello che si è ormai immerso al 100% nel mondo bianconero; il portoghese corre di più, lotta per i compagni, torna a difendere e serve assist decisivi, come quello per il gol poi annullato di Douglas Costa nel finale di gara. Nonostante questa vocazione però, Cristiano non si è sicuramente dimenticato di essere un bomber da oltre 400 gol e fino a qui i dati di questa Serie A lo dimostrano. Il digiuno “su azione” non sembra ad ora pesare ai fini delle vittorie di questa strepitosa Juventus straccia record, ma un piccolo campanello d’allarme risuona nelle orecchie di Cristiano Ronaldo e dei suoi compagni: la fame di gol del portoghese non ha mai fine, i prossimi avversari sono tutti avvisati.

ULTIME NOTIZIE