Il gol di Marchisio che fece piangere l'Inter del triplete

Il gol di Marchisio che fece piangere l’Inter del triplete


Il 5 dicembre è una data importante per la Juventus, ma ancora di più per Claudio Marchisio. Venerdì sarà big match tra Juventus e Inter, e noi oggi vogliamo ricordare una delle più straordinarie pagine bianconere. Quel giorno i ragazzi di mister Ferrara riaprirono un campionato che a inizio dicembre sembrava già ipotecato dall’Inter. Nello scontro diretto dell’Olimpico i bianconeri vinsero per 2-1: reti di Chiellini e Marchisio. Vinse una Juve carica, una squadra orgogliosa di quei colori.

La carica bianconera fa centro al 20’ quando su una punizione calciata da Diego, Chiellini colpisce, l’uomo mascherato fa gol: è 1-0. Mourinho perde la pazienza e viene espulso, l’Inter pareggia. L’inizio del secondo tempo è nervoso, la squadra non riesce a ripartire, i giocatori sono stanchi. Ma la prodezza e l’amore di un singolo diventerà storia, diventerà uno dei gol più belli dell’ex numero 8 bianconero. Siamo al 57′, l’Inter in contropiede va vicinissima al 2-1, Marchisio si scatena, allarga per Sissoko il cui tiro è respinto da Julio Cesar, torna ancora Marchisio che aveva seguito l’azione, dribbla su Samuel con una magia, la palla passata da un piede all’altro per poi calciare di sinistro, pallonetto. 2-1 Juve. L’Olimpico si infiamma.

Claudio Marchisio anche quel giorno dimostrò il Dna bianconero, li si confermò uno dei centrocampisti centrali più forti del panorama europeo. Ed oggi, oltre ogni gesto eclatante, oltre chi è disposto a vendersi al miglior offerente, è d’obbligo ricordare quello straordinario gol, pieno di voglia di vincere, di farcela e di passione per la sua Juventus. Fino alla fine.