Primavera, Juve-Atalanta 1-5: le pagelle. Squadra in bambola, Moreno e Petrelli unici sufficienti

Primavera, Juve-Atalanta 1-5: le pagelle. Squadra in bambola, Moreno e Petrelli unici sufficienti

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Torna in campo la Juventus Primavera di Francesco Baldini dopo la sosta per gli impegni della Nazionali. Al campo “Ale&Ricky” di Vinovo termina 1-5 il big match della 9° giornata del campionato Primavera fra Juventus e Atalanta. Sconfitta pesantissima per i bianconeri che crollano sotto i colpi dei nerazzurri.

LE PAGELLE

Loria 5 – Prende cinque gol perché poco protetto da una difesa in bambola. Anche lui però non dà grande sicurezza a tutto il reparto.

Capellini 4,5 – Dopo un periodo convincente fatica ad uscire dalla spirale negativa in cui è entrato nell’ultimo mese. In difficoltà, rischia ingenuamente la seconda ammonizione e lascia il campo all’intervallo (dal 46° Bandeira 5,5 – Ha il pregio di trovare l’assist preciso per il gol della bandiera di Petrelli. Poi però si aggiunge alla disfatta subendo le ripartenze fulminanti nerazzurre).

Serrao 4,5 – Totalmente in balìa delle folate bergamasche. Diversi palloni persi a cui aggiunge le difficoltà in marcatura quando, gli offendenti bergamaschi, ne evidenziano i limiti.

Makoun 5 – Primo tempo da terzo di sinistra, zona in cui partono entrambe le azioni da gol che decidono i quarantacinque minuti iniziali. Nella ripresa accentra il suo raggio d’azione senza che però la musica cambi più di tanto.

Monzialo 5 – Agisce a tutti a fascia rendendosi maggiormente protagonista nella metà campo difensiva che in quella offensiva. I compagni avrebbero bisogno di qualche cavalcata in più ma il campo da coprire in quella posizione è tanto (dal 60° Markovic 5 – Poco servito e mai realmente pericoloso).

Portanova 5 – I suoi soliti inserimenti mancano tantissimo alla squadra che fatica ad allungarsi. I giorni in Nazionale e le precauzioni prese dagli avversari sono decisivi (dal 60° Pinelli 5 – Questa volta l’ingresso in campo spacca partita non gli riesce. Ma ha poche responsabilità).

Morrone 5 – Non riesce a proteggere la retroguardia e non incide neanche palla al piede limitandosi ad un palleggio piuttosto sterile (dal 76° Leone S.V.).

Nicolussi Caviglia 5,5 – Ha il compito di legare il gioco alzandosi spesso a ridosso delle punte. L’Atalanta però ne limita bene le giocate e la pericolosità.

Anzolin 5 – Copre tutta la fascia correndo avanti e indietro come da indicazione dell’allenatore. I gol bergamaschi però partono tutti dalla sua zona vanificando le proiezioni offensive e facendo risaltare le assenze in fase di copertura.

Petrelli 6 – Pronti via e ha l’occasione er portare immediatamente avanti i suoi con un mancino al volo che sorvola la traversa. Poi fatica a rendersi pericoloso complice la crescita atalantina e le difficoltà dei compagni nel servirlo. Sullo 0-3 prova a riaprire i giochi con la solita zampata da centravanti.

Moreno 6 – L’unico raggio di sole nelle tenebre del primo tempo juventino. Scatta, dribbla e crea apprensione alla difesa ospite. Non ha ancora tanti minuti nelle gambe e Baldini decide di preservarlo togliendolo nell’intervallo (dal 46° Frederiksen 5,5 – Entra per ravvivare la situazione senza però riuscirci. Pochissimi i palloni toccati).

All. Baldini 5 – L’avversario è sicuramente di livello elevato ma cinque gol presi rappresentano una debacle poco preventivabile e con poche scusanti per tutta la squadra.

GLI AVVERSARI

Atalanta (4-3-3): Carnesecchi 6; Zortea 7, Okoli 6, Guth 6.5, Brogni 6.5; Kulusevski 7,5 (83′ Traore sv), Colpani 8, Del Prato 6.5; Peli 7 (83′ Cortinovis sv), Piccoli 7 (76′ Gyabuaa sv), Cambiaghi 7 (67′ Colley 7). All. Brambilla 7.5

CONOSCI SPAZIOJ?

SpazioJ è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioInter.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy