Juventus U23, Zironelli: "Ho cambiato tutto". Emmanuello: "Facciamo sempre gli stessi errori"

Juventus U23, Zironelli: “Ho cambiato tutto”. Emmanuello: “Facciamo sempre gli stessi errori”


Dopo l’ennesima brutta sconfitta della Juventus U23, il mister Mauro Zironelli e il centrocampista Simone Emmanuello hanno rilasciato alcune dichiarazioni ai nostri microfoni.

ZIRONELLI

SOLITI ERRORI

“Abbiamo provato a cambiare tattica, atteggiamento, a cercare di ripartire e far giocare la squadra avversaria. Siamo anche andati in vantaggio ma abbiamo commesso i soliti errori, abbiamo arretrato il baricentro, concesso due cross e abbiamo preso due gol. La differenza di contrasti è netta, inutile girarci intorno. Questa cosa fai fatica ad allenarla”.

SECONDO TEMPO

“Nel secondo tempo siamo andati meglio, cercando di pressarli di più. Ma non siamo riusciti a ribaltarla. La personalità è difficile da tirar fuori ai ragazzi di 18-20 anni. Continuando così facciamo fatica, è dura. Inoltre ci sono tanti ragazzi che l’anno scorso non hanno giocato. Quindi hanno bisogno di giocare queste partite. Il più sano è stato fermo sei mesi l’anno scorso. Io credo che sia normale che ci voglia un periodo di assestamento”.

TENTATO TUTTO

“Ho cambiato moduli, tattica, atteggiamento, ma il risultato per il momento non cambia. Toure ha fatto tante partite a mille, quindi è normale che avesse fatto fatica. Metterlo mediano oggi a costruire mi sembrava di chiedergli troppo, quindi ci stavano gli errori. Siamo andati meglio poi con Emmanuello e i due mediani”.

I SOLITI GOL

“Abbiamo preso gol come con tutte le altre squadre, commentiamo sempre le solite robe. Sembrano errori di giocatori che non giocano da tanto, che non hanno la percezione del pericolo. L’ho detto anche le altre volte. Questa è una brutta roba, poiché in area non puoi giocare sempre tutti i palloni”.

EMMANUELLO

IL PERIODO

“Commentare questa partita significa commentare proprio il periodo nostro. Facciamo sempre gli stessi errori individuali, ci possono stare con l’inesperienza. Niente, un po’ quello e poi adesso viene a mancare anche un po’ di autostima e di consapevolezza. Non dobbiamo farci condizionare dai risultati. Dobbiamo migliorare l’atteggiamento, la cattiveria e quant’altro. Prima li miglioriamo prima usciamo da questo periodo”.

COSA FARE

“Abbiamo parlato tra di noi, abbiamo guardato in faccia il momento. Senza trovare alibi e capendo gli errori. Dobbiamo migliorare e continuare a lavorare con entusiasmo”.

LA CLASSIFICA

“Il campionato è ancora lungo, cerchiamo di non guardarla e di tirarci subito fuori da questo momento. Adesso andiamo a Vercelli, sarà una partita difficile ma dobbiamo tirarci su il prima possibile. Superando questo momento possiamo giocarcela con chiunque. Dobbiamo avere autostima, siamo forti e l’abbiamo dimostrato. Torneremo a fare bene dopo queste brutte partite”.

SERVE ENTUSIASMO

“Quello non deve mancare mai, soprattutto in allenamento. Quello è fondamentale, soprattutto per noi che siamo giovani. Non bisogna rendere questa situazione tragica”.

ULTIME NOTIZIE