Dualismo Szczesny-Perin: Allegri ha rispettato il patto

Dualismo Szczesny-Perin: Allegri ha rispettato il patto


Il tecnico della Juve era stato chiaro in estate: il portiere titolare della Juve sarebbe stato Wojciech Szczesny e così è andata. Il polacco ha raccolto la pesantissima eredità di un mostro sacro come Gigi Buffon e fino ad adesso (a parte qualche defezione contro il Parma in Campionato e i Red Devils in Champions) ha dimostrato di essere un portiere affidabile. Nulla di strano dunque se Mattia Perin ha, fino ad adesso, disputato solo una delle 16 partite giocate dalla Juve.

Secondo Tuttosportoltre ad aver definito le gerarchie, Massimiliano Allegri avrebbe garantito all’ex portiere del Genoa un minimo di partite – dalle 10 alle 15 – nell’arco della stagione. Sembra chiaro che Perin sarà il portiere di Coppa Italia: la Juventus, però, entrerà in scena solo a partire dagli ottavi, a Gennaio, e se dovesse arrivare in finale il 22 bianconero avrebbe assicurate 5 presenze. L’impegno in Coppa dunque non potrà bastare per raggiungere le presenze minime garantite a Mattia Perin ad inizio stagione. Da qui alla fine dell’anno, dunque, potremmo assistere ad una staffetta tra l’italiano e il polacco, con il numero 22 che potrebbe indossare i guanti contro la Spal o anche in Champions contro lo Young Boys.

I patti sono stati rispettati, la gerarchia stabilita ad inizio stagione è chiara: Szczesny è il portiere titolare, Perin una preziosissima alternativa.

Marco Taormina

ULTIME NOTIZIE