Il ruolo di Dybala contro l'Empoli

Il ruolo di Dybala contro l’Empoli


La Juve vince a fatica per 1-2 al Castellani di Empoli, la firma, doppia, sulla gara è quella prestigiosa di Cristiano Ronaldo, che risponde a Caputo con un penalty ed un eurogol, da vedere e rivedere. La prestazione della Juventus è stata tutto sommato poco brillante, con un primo tempo molto confusionario.
Facile discutere su CR7, ma non passi in sordina la prestazione di Paulo Dybala, nonostante gli 0 gol e gli 0 assist. Statistiche non felici, ma i numeri non sempre dicono tutto. La Juventus confusionaria, opaca e con sufficienza del primo tempo, la Juventus caparbia ma poco lucida del secondo, è stata letteralmente presa sulle spalle dal diez, alla sua prima da Capitano bianconero.

IL RUOLO

Qualcuno risponda a questa “semplice” domanda: che ruolo ha avuto Dybala questa sera? In che posizione ha giocato?

L’argentino è stato il tuttocampista che ha permesso alla Juve di non slegarsi del tutto, recuperando palloni a centrocampo e conquistandosi il rigore: il penalty c’è, ed è guadagnato con astuzia. L’ex- Palermo si frappone fra Bennacer e la palla, rallenta ed aspetta che l’altro 10 sul rettangolo verde gli rovini addosso. E’ questione di malizia e maturità. Maturità che dimostra La Joya rispettando le gerarchie, lasciando la palla dagli 11 metri a Ronaldo, per poi battere il cinque dopo il gol: particolari, sottigliezze, che però fanno la differenza.
La forza aerobica dell’argentino e la sua tecnica, messe a disposizione di una condizione mentale in costante crescita, hanno fatto il resto: 51 passaggi riusciti, precisione dell’ 89,5 % (fonte SofaScore); partita di sacrificio galleggiando in ogni parte del campo, aiutando dove c’era bisogno, facendosi picchiare se serviva.
E’ cresciuto Paulo, e quando non tira (e non segna) è perchè compensa le carenze degli altri: Pjanic non fa filtro, ci mette il corpo e lotta; Bentancur è impreciso, scala sulla mediana e imposta lui. E’ vero uomo squadra Paulo, proprio come lo deve essere il 10 della Juventus.
Avanti così, Joya.

Christian Masotti
@ChriMasotti