Cento volte Mire. Il cervello invincibile del centrocampo bianconero