Verso Juventus - Napoli: Allegri cambia idea e vira sul tridente d'attacco: pronto Mandzukic insieme a Dybala e Ronaldo

Verso Juventus – Napoli: Allegri cambia idea e vira sul tridente d’attacco: pronto Mandzukic insieme a Dybala e Ronaldo


ORE 16:30: SQUADRE ARRIVATE ALLO STADIUM

Entrambe le squadre sono arrivate all’Allianz Stadium, manca sempre meno al fischio d’inizio della sfida scudetto tra Juventus e Napoli.

ORE 16: LE ULTIME NOTIZIE SULLA FORMAZIONE DELLA JUVENTUS

Secondo Giovanni Guardalà, noto giornalista di Sky Sport che segue quotidianamente la Juventus, Massimiliano Allegri ha scelto la formazione definitiva ed ha cambiato qualcosa. In porta Szczesny, con Alex Sandro a sinistra, Bonucci e Chiellini al centro e Cancelo a destra. Difesa a 4 quindi per la Juventus, con il centrocampo a 3 composto da Pjanic, Matuidi e Can. Davanti Dybala, Ronaldo e Mandzukic. Secondo Guardalà Dybala giocherà alle spalle della coppia Ronaldo-Mandzukic, in quello che sembra essere a tutti gli effetti un 4-3-1-2.

ORE 14: LE ULTIME DI FORMAZIONE SECONDO SKY SPORT

Secondo le ultime indiscrezioni riportate da Sky Sport, Max Allegri adotterà un cambio di modulo, passando dal 4-3-3 delle ultime uscite al 3-5-2. In porta confermatissimo Szczesny, il trio difensivo composto da Barzagli, Bonucci e Chiellini. L’esterno sinistro dovrebbe essere Alex Sandro, mentre a destra il ballottaggio è tra Cuadrado e Cancelo, col colombiano in vantaggio sul portoghese. In mezzo al campo agirà Pjanic, supportato ai lati da Matuidi ed Emre Can. Davanti spazio alla coppia Dybala-Ronaldo, con la conseguente esclusione dal 1′ di Mario Mandzukic.

 

ORE 10: COME ARRIVANO LE DUE SQUADRE E I PROTAGONISTI DEL MATCH

E’ il grande giorno, è il giorno si Juventus – Napoli. L’attesa è finita e tra poche all’Allianz Stadium andrà in scena il primo atto di quella che, negli ultimi anni, è stata sempre la sfida scudetto. L’ultima volta che i partenopei fecere tappa dalle parti della casa bianconera vinsero la battaglia, con gol nel finale di Koulibaly… la Juventus perse la gara, ma alla fine, trionfò nuovamente a fine campionato.

La Juventus arriva alla super sfida al meglio: 6 gare vinte su 6 in Serie A, e dunque punteggio pieno e primato in classifica. I bianconeri hanno la miglior difesa del campionato (4 gol subiti) ed il secondo miglior attacco (13 gol fatti, alle spalle del sorprendente Sassuolo di De Zerbi con 14). Per mister Allegri c’è l’imbarazzo della scelta, gli unici a mancare sono Khedira, De Sciglio, lo squalificato Douglas Costa ed il lungodegente Spinazzola. I dubbi di formazione, come sempre, accompagnano il countdown fino a ridosso del match, con Paulo Dybala osservato speciale: Allegri ha parlato di scelte dolorose, di guardare anche alla Champions League di Martedì. Un escluso eccellente ci sarà sempre: colpa della sovrabbondanza, Max.
In casa Napoli c’è grande entusiasmo, un po’ per la recondita e mai nascosta forte rivalsa nei confronti nel mondo bianconero, un po’ per il grande lavoro di Ancelotti: il Napoli ha segnato 12 gol e ne ha subiti 7 (3 in più della Juve), perdendo solo nella gara sbagliata del Luigi Ferraris contro la Samp.

Non c’è più Gonzalo Higuain a mettere benzina sul fuoco: bastava il suo nome per scaldare gli animi delle rispettive piazze, dopo il passaggio dell’estate 2016 a Torino. C’è però Cristiano Ronaldo, uno di quelli che si può sedere di diritto nella top 4 dei più grandi di sempre, affianco ad un certo Maradona. Da una parte è lui il catalizzatore di tutto, azioni in campo e attenzione mediatica. Dall’altra parte c’è un super Lorenzo Insigne, autore di 5 gol ed un assist in 6 gare, che proverà a fare felici i tifosi della sua terra.

E’ tutto pronto, allo Stadium, alle 18:00 inizierà la sfida scudetto tra Juventus e Napoli, tra prima contro seconda, tra chi vuole continuare a vincere e chi da troppo tempo ambisce soltanto al primo gradino del podio, senza riuscire a raggiungerlo. Il meglio del calcio nostrano, stasera, sarà a Torino: mettevi comodi, si comincia!

 

 

 

Christian Masotti

@ChriMasotti