Juventus-Napoli, Ancelotti: "L'esperienza alla Juventus mi aiutò a crescere. Domani non sarà una partita come le altre"

Juventus-Napoli, Ancelotti: “L’esperienza alla Juventus mi aiutò a crescere. Domani non sarà una partita come le altre”


Dopo Allegri, anche l’allenatore del Napoli Carlo Ancelotti ha parlato in conferenza stampa in vista del big match di domani pomeriggio contro la Juventus. Queste le sue considerazioni alla vigilia del confronto.

JUVENTUS-NAPOLI TRA PASSATO E PRESENTE

Allegri ha dato sette titolari, io non vi do nessun nome. Ci siamo allenati, la squadra sta bene ed è motivata per giocare. Più di 11 meriterebbero di giocare per condizione e valori dimostrati nelle ultime gare. È un problema mio, non vi preoccupate. La Juventus fa parte del passato, non lo considero un neo. Fu negativa per risultati, ma mi aiutò a crescere ed a capire come funziona l’organizzazione societaria. Non la considero negativa. C’è sicuramente eccitazione per una grande partita, ma c’è serenità. Domani sarà un test molto importante per capire il nostro momento. Io sono fiducioso, arriviamo da un calendario complicato ma avrei sperato di arrivare a questa gara con questa condizione: veniamo da buone partite in entrambe le fasi. Dovremo ripeterci contro una grande squadra”.

SU ALLEGRI

“Allegri è un grande allenatore, esperto e pratico, tira fuori il meglio da ciò che ha. Ha grande esperienza, conosce benissimo come giochiamo e cosa abbiamo cambiato. Non credo abbia particolari preoccupazioni, ormai nel calcio non ci sono più segreti”

DUELLO A DISTANZA CR7-INSIGNE?

Non sono scontri individuali, sarà Juve contro Napoli, due squadre che vorranno fare la partita e chi giocherà meglio vincerà“.

COME STA VIVENDO LA VIGILIA IL NAPOLI?

Non è una gara come le altre, c’è già il pensiero, ma c’è serietà e concentrazione, come avviene normalmente. La squadra è già motivata quando si giocano queste partite, meno si parla e meno danni si fanno. Metteremo in campo le nostre qualità, la Juve le sue che sono tantissime. Chi le esprimerà meglio vincerà. Non mi interessa sapere chi sia favorito o sfavorito“.