Allegri pesca dal mazzo e la Juventus vince dalla panchina

Allegri pesca dal mazzo e la Juventus vince dalla panchina


Bernardeschi entra dalla panchina e decide la partita, realizzando un goal e dando un ritmo più elevato all’azione bianconera. Un caso? Non credo… La Juventus anno dopo anno ci ha insegnato quanto sia importante avere una rosa ampia e far entrare gli uomini giusti nel momento giusto.

La differenza di avere 24/25 giocatori di ottimo livello sta proprio nella possibilità di far subentrare il campione fresco dalla panchina che con dei colpi risolvano partite sporche come quelle di Frosinone. Vero, Ronaldo l’ha sbloccata senza aver bisogno di entrare dalla panchina, ma Bernardeschi e Cancelo hanno permesso di creare spazi per muovere il muro ciociaro.

Problemi di abbondanza li chiamano, problemi che vorrebbero avere tutti gli allenatori. Allegri è uno dei tecnici che applica maggior turnover, schierando quasi mai la stessa formazione, e non sempre è facile tenere tutti i giocatori sul pezzo. La voglia con cui ieri sera è entrato Bernardeschi è davvero strabiliante e deve essere da esempio per tutti gli altri. Ogni giocatore della Juventus sarà protagonista di questa stagione, l’importante è farsi trovare pronti.

Le cosiddette “riserve” della Juventus, giocherebbero probabilmente titolare in quasi tutte le squadre di alta classifica della Serie A, e questo dimostra la grande differenza di rosa dei bianconeri rispetto alle altre big. La possibilità di non doversi affidare ad 11 titolarissimi ma in base al momento di forma poter alternare tutti gli uomini (variando anche il sistema di gioco).

Forse quella a disposizione da Massimiliano Allegri è la Juventus più forte di sempre o forse no, questo solo il tempo e risultati possono dircelo, la cosa sicura è che per il tecnico livornese sarà davvero difficile gestire l’intera rosa senza creare mal di pancia ai giocatori meno utilizzati. Lasciare fuori Dybala, Mandzukic e altri giocatori affermati può rompere uno spogliatoio che deve rimanere unito se vuole provare a vincere tutte le competizioni.

Intanto la Juventus vince la quinta partita su cinque in campionato e la sesta su sei in stagione, Allegri si coccola il suo mazzo di carte pieno di Jolly con la speranza di pescare sempre quello giusto.