Emre Can: "Vorrei spiegare le mie parole di ieri"

Emre Can: “Vorrei spiegare le mie parole di ieri”


A poche ore dalle dichiarazioni post partita che avevano già fatto discutere, Emre Can torna a parlare per chiarire la situazione.

Il centrocampista tedesco, commentando l’espulsione di Ronaldo, aveva affermato: “non siamo donne, giochiamo a calcio”. Un’uscita infelice che ha portato il giocatore a scusarsi sul suo profilo Instagram: “Vorrei spendere qualche momento per spiegare la situazione dopo i commenti fatti nel dopo partita di ieri sera. Le mie parole in risposta al video dell’espulsione di Cristiano hanno creato della confusione e ci tengo a chiarire. Vorrei dichiarare che con le mie parole non avevo intenzione di discriminare le donne o il calcio femminile in alcun modo. Chiunque mi conosca sa bene quanto io rispetti le donne e quanto creda nell’uguaglianza e rispetto come valori. La mia sola intenzione era quella di difendere un mio compagno di squadra nel contesto di una decisione sbagliata sul campo che avrebbe potuto compromettere la nostra partita. Mi scuso sinceramente con chiunque si sia sentito offeso dalle mie parole di ieri sera.

Giuseppe Lo Porto