Khedira, il punto fermo della Juventus di Allegri

Khedira, il punto fermo della Juventus di Allegri


Questa mattina il Corriere di Torino elogia la figura di Sami Khedira. Dopo il rinnovo la scorsa settimana fino al 2021, il tedesco continua a sorprendere tutti. Contro il Sassuolo gli è stata consegnata anche la fascia di capitano, un onore indossarla sicuramente. Soprattutto per il fatto che con quel numero sulla schiena e la fascia sul braccio il pensiero va subito al compianto Gaetano Scirea. Questa sera Khedira partirà titolare, scontato dirlo. Per Allegri il centro totale del gioco e dell’equilibrio intero della squadra.

KHEDIRA: “SIAMO CONCENTRATI, VOGLIAMO VINCERE”

Contro il Valencia questa sera, riconsegnerà la fascia da capitano a Giorgio Chiellini, perno della difesa bianconera. Khedira ha fatto capire che quella che sta nascendo è una Juve completamente nuova, forte anche in Champions: “Siamo completamente concentrati. Vogliamo iniziare con una vittoria”. Il Professor Khedira, fresco di rinnovo, punta alla finale. Tempo a disposizione ne ha, visto il fresco rinnovo fino al 2021 a 6 milioni a stagione. Non male per un calciatore la cui nomea era quella di perennemente infortunato.

Il tedesco divide i tifosi bianconeri, ma unisce Allegri e Low i quali non vogliono rinunciarci. Molti sostengono sia il momento di ‘rimpiazzarlo’ con Emre Can, il quale però ha caratteristiche ben differentiSami e  Allegri si capiscono al volo. Khedira è la rappresentazione del ‘mister in campo’. Motivo per il quale Allegri non rinuncia mai al tedesco. Così come stasera, a Valencia. Ricomincia la Champions League per Allegri, per Khedira e per la Juve.