LIVE SJ - La conferenza stampa di vigilia di Allegri e Chiellini

LIVE SJ – La conferenza stampa di vigilia di Allegri e Chiellini


Le parole del tecnico e del capitano della Juventus

Massimiliano Allegri e Giorgio Chiellini parleranno in diretta in conferenza stampa alla vigilia di Valencia-Juventus. Segui il LIVE della conferenza su SpazioJ.

PAROLA A CHIELLINI

“Per me inizia il 14^ anno qui alla Juventus e ho attraversato tanti momenti. Dal Paradiso ho toccato l’Inferno e poi sono tornato in Paradiso. Negli ultimi anni c’è stata una grande crescita e ogni anno siamo in grado di alzare il livello. Domani inizia la Champions League: c’è tanta voglia di disputare una grande competizione e partire con il piede giusto. Domani abbiamo una prova importante perché poche squadre vincono qui,comprese le big spagnole. Il livello di difficoltà è molto alto, ma è questo il bello della Champions. Vogliamo iniziare nel migliore dei modi”. 

“Douglas Costa? Siamo vicini a lui. Ha chiesto scusa, giustamente pagherà, ma non va crocifisso. C’è sostegno da parte nostra, ha sbagliato come sbagliamo tutti. Sicuramente non succederà più e speriamo che riesca a darci una grande mano in questo mese in Champions League. Parliamo di un ragazzo d’oro che ha perso la testa, e si sono dette tante cose…”

“Favoriti per la Champions? La crescita è stata costante, ma c’è differenza rispetto al dire che siamo i favoriti o che abbiamo già la coppa in tasca. Conosciamo le difficoltà e chi non lo capisce domani ne avrà una prova. L’importante è arrivare a marzo in condizione per giocarcela sia con le altre squadre del nostro livello sia con quelle che arriveranno ai quarti e agli ottavi. La squadra ha un mix di esperienza e gioventù che può portarci a fare bene. La partita di domani sarà importante per capire se il girone sarà già in salita o in discesa”.

“Credere alla vittoria? Giusto farlo come gli scorsi anni. Da qui a vincere però c’è un abisso e dobbiamo riempirlo partendo da domani. Ciò che realmente conta è entrare in campo con la voglia di dimostrare di essere forti e cresciuti e per vincere questa coppa, ma senza ossessione. La nostra forza è l’equilibrio, però è normale che i tifosi spingano in quella direzione”

“Cancelo? L’anno nel calcio italiano disputato la scorsa stagione gli ha permesso di inserirsi bene. Ha qualità straordinarie ma deve migliorare su alcuni aspetti. Lo conoscono bene a Valencia anche perché ha fatto grandi cose, sta a noi farlo maturare e crescere giorno dopo giorno per farlo diventare un giocatore di spessore internazionale”. 

“Troppi gol presi? Bisogna essere più attenti sulle marcature nei cross in area di rigore. Se in Italia magari ti perdonano, in Champions al primo errore vieni punito. Nello spogliatoio, tra di noi, abbiamo analizzato queste situazioni: l’obiettivo è migliorarsi per arrivare al top in primavera”. 

PAROLA AD ALLEGRI

“Sgabello per Douglas Costa? No, devo dire che domenica è successo un episodio spiacevole che ha sorpreso tutti dato che non è un comportamente da lui. Ha chiesto scusa e pagherà con le quattro giornate di squalifica. Devo decidere se domani giocherà o andrà in panchina ma sarà solo una scelta tecnica. Non è stato un bell’esempio per chi l’ha visto, ma è lui il primo a essere deluso”.

“Dybala sta bene. Domenica ha giocato una buona partita fisicamente e tecnicamente.  Sta crescendo dal punto di vista della condizione così come tutta la squadra. Sarà difficile domani lasciar fuori qualcuno soprattutto in virtù dell’allenamento odierno. Sicuramente giocheranno Chiellini e Bonucci. Ci sono poi Cuadrado, Cancelo e Alex Sandro che possono fare i terzini, ma devo decidere se giocare a due o a tre”.

“Essere tra le prime quattro della Champions è un traguardo che la Juventus deve mantenere e migliorare. Noi i favoriti? Un passo alla volta. La partita di domani non è semplice, perché c’è uno stadio che supporta la squadra e in cui non è semplice giocare. Una vittoria potrebbe rendere il cammino molto più agevole, mentre una sconfitta complicherebbe tutto. In questo momento non serve dire se siamo i favoriti o meno, iniziamo a pensare alla partita di domani, poi vediamo”. 

“Con Ronaldo abbiamo aumentato l’autostima ed è arrivato il giocatore più forte al mondo insieme a Messi. La Juventus ha disputato due finali negli ultimi quattro anni ed è stata eliminata due volte, una ai supplementari e a Madrid su rigore al 93′. Negli ultimi anni ha fatto risultati, è cresciuta in autostima ed è normale che quest’anno abbiamo più possibilità di vincerla. Bernardeschi? Se Cuadrado gioca terzino destro e Cancelo va a sinistra Bernardeschi si gioca il posto in avanti. Se giocano Cancelo e Alex Sandro terzini davanti può esserci lui o Cuadrado o Douglas Costa”.