Marotta in mixed zone: "Il destino della Juve è nella testa e nei piedi dei giocatori"