Perché una foto sui social di Ronaldo vale milioni di euro

Perché una foto sui social di Ronaldo vale milioni di euro


I numeri di Cristiano Ronaldo nel calcio sono quasi irraggiungibili: cinque Champions League, cinque Palloni d’Oro, miglior marcatore in Champions, record su record. Ma fuori dal campo il portoghese forse si comporta anche meglio. Nel 2017 ha fatturato 93 milioni di euro (quasi come la Lazio), il brand “CR7” vale circa 280 milioni, gli sponsor lo arricchiscono di circa 44 milioni di euro all’anno.

I NUMERI SOCIAL

E sui social i numeri sono impressionanti: 132 milioni di follower su Instagram, 74 milioni su Twitter, 122 milioni su Facebook per un totale di 328 milioni. Il Real, nel totale complessivo dei tre social network, ha 200 milioni di follower. Ronaldo è lo sportivo più seguito al mondo, anche più di LeBron James e Roger Federer. Neanche un’icona pop come Justin Bieber ha i suoi numeri. Ma cosa comporta tutto questo successo? Hookit ha calcolato che CR7 avrebbe fatto guadagnare ai suoi sponsor circa un miliardo di dollari solo attraverso i post sui social. Ogni suo annuncio porta l’azienda sponsorizzata a ricavare circa un milione e mezzo di dollari, secondo Forbes. E Ronaldo pubblica spesso: nel 2017 circa 580 post dell’asso portoghese contenevano una sponsorizzazione, più del doppio di Neymar. Per un totale di circa un miliardo di interazioni fra like, commenti e condivisioni.

TUTTE LE AZIENDE SU CR7

Questi numeri convincono le aziende a puntare su CR7: il suo pubblico è variegato e ciò significa che Ronaldo può sponsorizzare di tutto. Si passa infatti dall’abbigliamento (Nike, Armani), al cibo (KFC, Soccerade), al benessere (Herbalife, Clear), accessori (Tag Heuer), tecnologia (Samsung, videogiochi), auto (Toyota), persino una banca.

Le aziende sanno che fra i follower di Ronaldo ci possono essere sia clienti fidelizzati sia possibili nuovi clienti; così cercano di trovare un accordo con il giocatore: il portoghese viene pagato per sponsorizzare sui social i loro prodotti, che altrimenti dovrebbero essere pubblicizzati sui media tradizionali (raggiungendo però un minor pubblico e dunque meno compratori).

Lo staff di Ronaldo gestisce bene i social del calciatore: aggiornamenti costanti, alternanza fra foto della vita privata e del campo, stralci di interviste, immagini con i compagni. La fanbase del portoghese cresce sempre di più e non ci si dovrebbe meravigliare, dunque, dell’interesse della Juve. Ronaldo, infatti, non porterebbe soltanto il talento (anche se basterebbe), ma anche uno dei brand più famosi al mondo: “CR7”.

 

Danilo De Rosa

Loading...