Caro Real, ancora tu?

massimiliano allegri juventus real madrid champions league spazioj
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Ancora tu, ma non dovevamo vederci più. Se ci fosse Lucio Battisti a scrivere la colonna sonora di Juventus-Real Madrid, gli basterebbe pescare dal suo repertorio e trovare la traccia adatta alla serata.

Juventus e Real, due squadre che si incontrano come due vecchi amici che non si sono mai amati o forse come due vecchi amanti che non si sono mai voluti, eppure che trovano ogni volta un fascino nuovo nell’incontrarsi.

Succederà di nuovo, stasera, 10 mesi dopo Cardiff, 10 mesi dopo il crollo del sogno bianconero che ogni anno ritorna, si rigenera, si distrugge per tornare ancora, come l’araba fenice. Ancora loro, sempre loro, Allegri da una parte e Zidane dall’altra a dare vita a una doppia sfida che si preannuncia sensazionale.

L’esito è quanto mai incerto considerando l’immensa mole di emozioni che le due squadre proietteranno sul terreno di gioco. Come evidenziato dai siti presenti su BettingTop10 infatti, le quote differiscono di poco e sono mediamente alte. Prevale la tendenza a segnalare il Real Madrid come potenziale vincente, ma occhio a non sottovalutare la sete di vendetta della Juventus.

I bianconeri possono inoltre contare sulla spinta del proprio pubblico di casa all’Allianz Stadium, fortino quasi inespugnabile. Ma non solo, anche le statistiche dei precedenti tra le due squadre in casa della Juve vedono un netto vantaggio da parte dei bianconeri: 8 vittorie, 1 pareggio e 1 sconfitta.

In totale, con quella di stasera, le gare tra Juve e Real sono ben 20, con gli spagnoli in vantaggio per 9 vittorie a 8, con l’aggiunta di 2 pareggi. I dati danno dunque in leggero vantaggio le Merengues, ma se si analizza la statistica nei doppi confronti degli ultimi 4 anni, la storia cambia: solo vittorie della Juventus.

Il Real ha però dalla sua, oltre a un incredibile numero di fuoriclasse, un fenomeno assoluto: Cristiano Ronaldo. Non solo sta vivendo uno straordinario periodo di forma in Champions League, ma rappresenta di fatto anche la vera bestia nera della Juventus: sempre a segno da quando veste la camiseta blanca.

Occhi puntati sul big match di stasera dunque, quando le squadre scenderanno in campo e si daranno battaglia in una sfida all’ultimo colpo di talento.