La rivincita dei vecchietti

La rivincita dei vecchietti


Se Wembley è un tempio, allora gli dei del calcio hanno favorito chi prega loro da più tempo. La Juve ha vinto d’astuzia e talento, ma ha perso dal punto di vista fisico: poco male, si tratta pur sempre di una squadra con struttura, tattica, età diverse. Soprattutto quest’ultima ha inciso maledettamente.

Calcolate: dopo il Besiktas, verosimilmente eliminata nel prossimo turno degli ottavi di finale, la squadra bianconera conserva il particolare primato di squadra più ‘anziana’ tra quelle attualmente in corsa per la vittoria finale. Ecco, questa è per i detrattori: non solo brutti e catenacciari, pure vecchi. Ma meno male.

MAX DIXIT

E Allegri l’ha detto: l’unico problema di Chiellini e Barzagli è che il primo ha 34 anni, il secondo 37. E col tempo non ci puoi scherzare: lui scorre, lo fa senza guardarti in faccia. E prestazioni di questo tipo non arriveranno sempre, o almeno non con la stessa frequenza di questi sei anni. Ma l’esperienza, almeno, ribolle nelle notti in cui il sangue è caldo e l’adrenalina scorre più forti, soprattutto in una settimana in cui hai qualche motivo in più per guardarti dentro, indietro e avanti.

La rivincita dei vecchietti, eccola qui. Quella di uomini che prendono il calcio per quello che è: una benedizione divina. E cercano di sventrare il presente senza per forza pensare troppo in là: ma vivere questa stagione intensamente, esattamente come sta avvenendo.

L’ULTIMA GRANDE CHANCE

Vedere Lichtsteiner e Asamoah essere i migliori in una partita dai cuori impavidi, vuol dir tanto. Vuol dire soprattutto che ci sono giocatori che hanno ancora tanto da dire, convididere, vincere. Che il mito della pancia piena altro non è che un mito, contornata da qualche bugia bianca che non fa mai male.

Fa male invece pensare che tanti di questi ragazzi siano agli sgoccioli di una carriera incredibile, costellata da trionfi, prestazioni e porzioni di storia del calcio. Ma fatta soprattutto di atteggiamenti e professionalità. Sembra poco, invece è tutto. Ed è tutto quello che serve per vincere. Loro ci credono davvero tanto, perché non convincersi tutti?

crico