Paulo Sousa: "Chiesa e Bernardeschi sono il mio orgoglio!"