Top&Flop: Higuain e Bonansea, bomber veri. Problemi per i portieri...

Top&Flop: Higuain e Bonansea, bomber veri. Problemi per i portieri…


Settimana altalenante per le squadre bianconere. Dopo la vittoria delle Women e della prima squadra, è arrivata ieri la sconfitta della Primavera contro un Genoa non irresistibile. Ma è stata la sfortuna, in ogni caso, a farla da padrona. Un po’ ovunque. Colpendo soprattutto i portieri…

TOP

GONZALO HIGUAIN – Che poi il migliore sarebbe Douglas, ma il premio per Gonzalo non è casuale: quasi ne fa sette senza segnare, quindi il sigillo finale che cambia tutto. Specialmente il suo futuro. Non è un segreto che questa squadra continua a non servirlo alla perfezione, ma il suo lavoro in ogni caso va ugualmente segnalato. E un po’ rincuorato. Non ha bisogno di pacche sulle spalle, ma solo di continuare così.

SIMONE MURATORE – Ci ha sicuramente abituati a prestazioni migliori considerate le sue indiscutibili qualità tecniche e tattiche. Nella sconfitta di ieri contro il Genoa è stato l’ultimo a mollare e uno dei pochi a cercare di fornire velocità alla manovra offensiva della Juventus.
Oltretutto, ha sfiorato due volte la rete e si è dimostrato il più pericoloso dei suoi in zona offensiva.
Se gli infortuni smetteranno di torturarlo, il ragazzo dirà la sua anche nel calcio dei grandi.

BARBARA BONANSEA – Quando il gioco si fa duro serve il tocco del campione, il guizzo del fuoriclasse. A partita contro il Tavagnacco era tosta, ma nessuno si aspettava che potesse diventare così difficile. Barbara tenta nel primo tempo di rendersi pericolosa sulla sinistra più volte, ma sembra proprio che non sia giornata. Nel secondo tempo, con un 4-3-3 certamente più congeniale al suo modo di giocare, va vicina più volte al gol per poi mettere a segno la rete fondamentale del pareggio. Ci mette lo zampino anche nell’azione che porterà al gol vittoria di Franssi. Insomma: il top player della Juventus Women è decisamente lei, impossibile farne a meno.

FLOP

MARIO MANDZUKIC – E’ una partita strana, soprattutto per lui. Che spinge meno e si diverte poco, che non arriva più puntuale sul secondo palo, anche in undici contro nove. Non serviva poi chissà cosa: solo esserci e dare la solita spinta. Scritto questo: resta imprescindibile, purtroppo per Bernardeschi.

LEONARDO LORIA – Un mese importante quello appena passato dal portiere della Primavera. Causa infortunio di Buffon ha passato l’ultimo mese in prima squadra a contatto con i campioni.
Ieri però, la sua distrazione in occasione della punizione avversaria è stata decisiva ai fini del risultato.
Nel secondo tempo ha limitato il passivo chiudendo un paio di volte le conclusioni genoane; quella punizione però, che l’ha sorpreso sul palo di competenza, grida ancora vendetta.

LAURA GIULIANI – Inutile girarci intorno: è stata una sfortunata papera quella che ha portato il Tavagnacco in vantaggio. Per carità, Giuliani ha più volte dimostrato di meritare ampiamente non solo il posto nella Juventus ma anche in Nazionale. Non sarà certo questo errore, seppur palese, ad intaccare il suo valore. Certo è che quella sfortunata deviazione è arrivata in modo completamente inaspettato e per poco non è costata alla squadra di mister Guarino la prima partita senza vittoria. Salgono a tre i gol subiti in campionato per lei: ciò significa che rimane ampiamente il miglior portiere della Serie A.

Cristiano Corbo
Simone Dinoi
Dario Lombardi

Loading...