Buffon diventa testimonial contro la malnutrizione infantile

PORTIERI: E' il ruolo più delicato di tutti, sia nella realtà che in chiave fanta. Un buon portiere può essere la chiave per avere pochi malus e perché no, maggiori bonus. La Juventus degli ultimi anni ha ben abituato i fantallenatori, visto il suo super portiere: Gianluigi Buffon. Due anni fa fu l'annata dei record (973 minuti di imbattibilità) e l'anno scorso quella bianconera è stata ancora una volta la miglior difesa del campionato. Questo è però un anno delicato, poiché con ogni probabilità sarà l'ultimo per Gigi. Ecco dunque come gestire i portieri della Vecchia Signora.   Buffon: Triste ma vero, è probabilmente l'ultima annata da protagonista. Gli anni passano e si fanno sentire, ma Gigi è rimasto una sicurezza fino ad ora. C'è da tenere in considerazione diversi fattori se si vuole puntare su di lui: il primo è inerente a Szczęsny. Chi prende Gigi, deve obbligatoriamente prendere anche il suo secondo, poiché il turn over potrebbe essere maggiore. E' il momento del
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Gianluigi Buffon si è unito all’Associazione LVIA Servizio di pace e contro la malnutrizione infantile come testimonial per la campagna “Mangia che diventi grande“. Questa ha l’obiettivo di l’obiettivo di curare i bambini malnutriti in Burkina Faso e aiutare le loro mamme a farli crescere in salute. L’intervento di LVIA non si limita ai confini della Burkina Faso, ma si estende anche al Mali dove il livello di malnutrizione infantile è tra i più critici al mondo.

“SONO UN PAPà ANCH’IO…”

Il capitano bianconero, in merito a questo suo impegno sociale, ha voluto rilasciare questa dichiarazione: «Sono un papà anch’io
e vorrei che tutti i bimbi avessero la possibilità di diventare grandi. In Burkina Faso la malnutrizione crea danni permanenti nella crescita e in molti casi anche la morte. Per questo ho deciso di sostenere LVIA, che da anni lavora per salvare la vita di migliaia di bambini»