Cosa succede se va via Allegri? Ecco i possibili sostituti

Cosa succede se va via Allegri? Ecco i possibili sostituti


E’ inevitabile…prima o poi accadrà. Prima o poi Massimiliano Allegri lascerà la panchina bianconera e, volenti o dolenti, bisogna accettarlo. Su di lui si fanno, un’estate dopo l’altra, sempre più forti gli echi provenienti dall’estero, PSG e Arsenal su tutti. La Juve, per ora però, sembra intenzionata a proseguire il ciclo Allegriano, ma si sà nel calcio nulla è certo. La domanda da porsi, in quel caso, sarebbe… Chi? Chi potrebbe sostituire il tecnico livornese?

SOLUZIONE NOSTRANA

Ora come ora questa domanda non sta preoccupando i dirigenti bianconeri ma Marotta &co. avrebbero già pronto il piano b in caso di addio di Allegri. Un profilo molto valutato è quello di Simone Inzaghi. Su di lui c’è una forte stima professionale, non solo personale, in quanto vecchio amico di infanzia di Fabio Paratici. Inzaghi, però, ha un contratto fino al 2020 e, si sa, Lotito è un  osso durissimo soprattutto quando dall’altra parte del tavolo delle trattative c’è un uomo in bianco e nero. Ma, sempre in caso, la Juventus sarebbe disposta a  trattare.

CHI MEGLIO DI LUI SA VINCERE LA CHAMPIONS…

Una prospettiva quantomeno affascinanate è quella di Zinedine Zidane. Il tecnico del Real Madrid  è stato l’unico nella storia della Champions a centrare due vittorie consecutive ma, dopo un bruttissimo inzio di stagione, la sua panchina al Bernabeu incomincia a scricchiolare. Il francese è stato protagonista di 5 stagioni a Torino prima di essere ceduto proprio al Real. Chissà se potrà accadere il contrario. Unico problema? L’ingaggio (Ben 8 milioni di euro fino al 2020).

eva

UN EX INTER TRA I PAPABILI

Ultimo profilo da tenere sotto la lente di ingrandimento è quello di Roberto Mancini. Il suo nome alla Juve è stato accostato diverse volte e gode della stima di Marotta. L’ex Inter ha scelto di volare a San Pietroburgo e con lo Zenit dallo scorso anno si è legato per tre stagioni con un ingaggio da circa 6 milioni di euro. Ma la sensazione è che tutto possa essere messo in discussione.

ULTIME NOTIZIE