Pochettino: "La Juventus rappresenta il top, sarà una vera battaglia. E su Dybala..."

Pochettino: “La Juventus rappresenta il top, sarà una vera battaglia. E su Dybala…”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Poteva andare decisamente peggio alla Juventus, ma anche meglio. Alla fine, tuttavia, l’urna di Nyon ha messo i bianconeri dinanzi al Tottenham di Mauricio Pochettino. Bisognerà, dunque, sconfiggere gli inglesi per proseguire nel sogno europeo che porta dritto fino alla finalissima di Kiev. Un sogno troppe volte svanito, ma non un’ossessione come ribadito negli ultimi giorni anche da Giorgio Chiellini.

I bianconeri sfideranno prima gli inglesi a Wambley il 13 febbraio, poi all’Allianz Stadium il 7 marzo. Appuntamenti sicuramente da non sottovalutare. Il Tottenham, infatti, è una squadra molto solida, con un grandissimo allenatore e che sfrutta al meglio il potenziale offensivo.

PARLA POCHETTINO

Ecco le parole di Mauricio Pochettino rilasciate ai colleghi della Gazzetta dello Sport.

La prima reazione dopo il sorteggio con la Juve? Ho pensato: finalmente vedo la terra delle mie origini. Sono venuto in Italia diverse volte, ma non sono mai stato in Pie­monte. I tempi ristretti non mi permetteranno di visitare i luoghi da quali partì il mio bi­snonno, ma respirerò l’aria di Torino. Sul sorteggio non col­tivavo illusioni particolari: quando ti ritrovi negli ottavi, incontrare avversari difficili rientra nella logica delle cose. La Juventus rappresenta il top: due finali nelle ultime tre edizioni. Giocare il ritorno a Wembley ci concede un piccolo vantaggio? Non credo. A livello interna­zionale casa o trasferta cambia poco. Le sfide durano davvero 180 minuti e quella con la Juve sarà una vera battaglia. Se ho già cominciato a prepararla? Manca un mese e mezzo. Pos­sono accadere tante cose, ma abbiamo iniziato a muoverci. Uno dei punti di forza della Juve è lo stadio? La Juve è forte a prescindere, ma un impianto come il suo non è un dettaglio da poco.

Buffon? Ho sempre ammirato Buffon e mi è davvero di­ spiaciuto che l’assenza del­ l’Italia in Russia gli impedirà di partecipare al sesto Mondiale. La considero una vera ingiustizia. Dybala? Per quello che visto finora, è un attaccante dalle enormi po­tenzialità, ma condivido il sen­so delle frasi di Allegri. Lavoro con i giovani e so che bisogna fare attenzione. I titoli sui gior­nali, la notorietà improvvisa e i paragoni importanti possono generare confusione. Higuain? Higuain, Aguero e il nostro Kane sono tra i migliori in asso­luto nel ruolo. Se conosco Allegri? Ci siamo stretti la mano solo in occasione dell’amichevole di agosto. Mi sembra che posse­ diamo una caratteristica in co­mune: la flessibilità. Non ci le­ghiamo ad un unico modulo”.

Luca Piedepalumbo

CONOSCI SPAZIOJ?

SpazioJ è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioInter.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy