Russia 2018, tutte le possibili insidie dei Gironi del Mondiale

Russia 2018, tutte le possibili insidie dei Gironi del Mondiale


E’ vero, l’Italia non ci sarà al Mondiale di Russia 2018, e sicuramente i tifosi italiani non seguiranno la competizione con molta passione. Ma i Mondiali, Italia o non Italia, si faranno comunque, ed è quindi utile arrivare preparati al 14 giugno, data di inizio del torneo. Analizziamo, dunque, tutti i Gironi di Russia 2018.

GIRONE A

Nel Girone A ci saranno la Russia padrona di casa, l’Uruguay, l’Egitto e l’Arabia Saudita. A una prima analisi non sembra un Girone emozionante. La favorita è sicuramente l’Uruguay di Cavani e Suarez. Probabilmente il primato sarà loro, mentre le altre tre se la giocano quasi alla pari. la Russia, qualificata di diritto, in questi quattro anni ha giocato solo amichevoli, mentre Egitto e Arabia Saudita si candidano a ruolo di sorprese.

GIRONE B

Il secondo gruppo, il Girone B, è sicuramente uno dei più equilibrati e interessanti. A farlo da padrone ci sono sicuramente Portogallo e Spagna. Un Derby iberico davvero appassionante tra due grandi Nazionali. Probabilmente chi vincerà questa sfida si aggiudicherà anche il primo posto in graduatoria. Portogallo e Spagna dovranno comunque stare attente a Iran e Marocco: i primi daranno tutto per fare bella figura, mentre i secondi hanno una difesa davvero di ferro.

GIRONE C

La Francia è la grande favorita del Girone C. Dopo due Mondiali da dimenticare, i francesi vogliono tornare protagonisti in Russia. E al Mondiale ci arrivano con tante stelle, tra le quali Pogba, Griezmann e M’Bappé. Per il resto del gruppo c’è tanto equilibrio: Perù, Danimarca e Australia faranno di tutto per mettere i bastoni tra le ruote ai cugini d’Oltralpe per guadagnarsi il pass per gli Ottavi di Finale.

GIRONE D

Il Gruppo D è forse il più incerto di tutti. Certo, c’è l’Argentina di Messi. Ma la stessa Argentina ha dimostrato grandi difficoltà per arrivare in Russia, e quindi non è escluso che incappi in qualche problema. Anche perché le sue avversarie saranno di tutto rispetto: la Croazia è sempre tra le Nazionali più temibili, mentre Islanda e Nigeria saranno avversari difficili da affrontare.

GIRONE E

Nel Girone E il Brasile domina su tutte. I verde-oro vogliono dimenticare gli ultimi Mondiali casalinghi magari riuscendo ad alzare il trofeo che ormai manca dal 2002. Neymar&Co, comunque, dovranno stare attenti alle proprie avversarie: la Svizzera è una squadra solida, mentre il Costa Rica proprio in Brasile fece un grande Mondiale (eliminando l’Italia). Occhio in particolare alla talentuosa Serbia, la quale potrebbe cambiare le carte in tavola.

GIRONE F

E’ semplicemente il Girone dei Campioni del Mondo tedeschi. La Germania è come sempre favorita, ma dovrà porre attenzione soprattutto a Messico e Svezia (eh già, proprio loro), squadre non molto talentuose ma solide. Cenerentola del gruppo è la Corea del Sud che, però, durante le manifestazioni mondiali tira fuori prestazioni incredibili.

GIRONE G

In questo gruppo le favorite e probabili padrone saranno Belgio e Inghilterra. Le due squadre europee vogliono continuare il loro grande progetto di crescita, e partono un piede avanti a Tunisia e Panama. Un plauso va a questi ultimi, alla prima partecipazione ad un Mondiale.

GIRONE H

Chiude il tutto questo raggruppamento, formato da Polonia, Colombia, Senegal e Giappone. Gruppo molto equilibrato, con la Colombia forse favorita. Occhio a Giappone e Senegal ma, soprattutto, all’ottima Polonia che vuole togliersi molte soddisfazioni in Russia.

Simone Calabrese

ULTIME NOTIZIE