Ho visto un gol di De Sciglio in diretta!

Ho visto un gol di De Sciglio in diretta!


Barcellona, maggio 2015: io ed un mio amico (milanista) torniamo a casa dopo un venerdì sera parecchio deludente. C’era un umore basso in quella stanza, ma anche la voglia di affrontare il sabato con molta grinta, quella che serviva per dimenticare la fallimentare notte precedente (per la cronaca, una serata al Razzmatazz è quanto di meglio si possa fare di sera in quella città). Ci mettiamo ognuno nei rispettivi letti; il mio amico deve prima guardare cosa ha fatto il Milan contro il Napoli. Risultato finale: 0-3 partenopeo, De Sciglio espulso dopo un minuto di gioco. Purtroppo non posso raccontare nel dettaglio quello che accadde al mio amico quando apprese del rosso al povero Mattia dopo appena un minuto, ma credetemi: pura poesia. Ecco, questo è il ricordo più memorabile che avevo di De Sciglio fino a poche ore fa: un’incazzatura dai toni superbi e meravigliosi nella vacanza più riuscita della vita (finora eh, possiamo sempre migliorarci!).

Ieri, però, è successo qualcosa che nessuno avrebbe mai potuto prevedere. Non so voi, ma io quando mi sono reso conto di ciò che ho visto, ho iniziato ad urlare. Non di gioia, non una vera e propria esultanza. Mi trovavo in un pub come tanti altri, riempito il giusto. Resomi conto che quel tiro da fuori area, entrato per grazia di Dio, lo aveva fatto tra tutti proprio lui… ho dovuto urlarlo a chiunque. Non mi sono trattenuto. Ho creato il silenzio attorno a me per far sentire la mia voce.

“Signori, ha segnato De Sciglio!! Ha fatto gol De Sciglio!!!!”

Probabilmente lo avrei urlato anche se non fossi stato juventino, lo avrei fatto anche se avesse giocato da un’altra parte. Certi avvenimenti presi in diretta sono indimenticabili. De Sciglio ha il grosso difetto di passare come lo scarsone di turno, ma quando ti tira fuori queste cose qui… come la mettiamo? Già al Camp Nou era andato vicino alla rete (e un gol in Champions contro il Barcellona sarebbe stato qualcosa di inenarrabile), oggi c’è riuscito. Era in ballottaggio con Lichtsteiner, è rimasto in panchina per larghi tratti dell’incontro, entra e… segna da fuori area. Qualcuno ha detto che manco nei videogiochi sarebbe capace di una cosa del genere.

eva

Odiateli, ripudiateli, fateli a fettine. Ogni giocatore della propria squadra va rispettato. Onore a Mattia, onore al suo debutto al gol tra i professionisti. Goditi il momento: sai che al prossimo errore avrai tutti contro, di nuovo. Adesso però, sai che puoi tirare fuori dal cilindro conigli di questa portata.

P. S.: Sturaro, il prossimo sei tu! (anche se il ricordo delle partite con Real Madrid e Bayern Monaco – e pure quella con la Germania! – sono già perle di straordinaria bellezza).

ULTIME NOTIZIE