Il paradosso di Orsolini: stupisce in Nazionale ma dimenticato dall'Atalanta

Il paradosso di Orsolini: stupisce in Nazionale ma dimenticato dall’Atalanta


Dopo un’estate super con la conquista della Scarpa D’Oro ai Mondiali under 20, la carriera di Riccardo Orsolini sembrava aver preso la giusta direzione verso il successo. Acquistato dalla Juventus, in estate è stato girato in prestito all’Atalanta di Gasperini, già piena di talenti bianconeri, per fargli assaggiare i campi di Serie A. Invece a Bergamo è rimasto nel dimenticatoio.

TROPPO POCO PER UN PROSPETTO COME LUI

Orsolini ha collezionato solamente cinque presenze, mai da titolare, che lo hanno visto protagonista, complessivamente, per 98 minuti in campionato e 40 in Europa League. Tutto questo va in contrasto con quanto dimostarto da lui in Nazionale. Nell’amichevole disputata contro la Russia, non solo ha giocato, ma ha anche segnato il gol del decisivo 3 – 2.

LA JUVENTUS AD UN BIVIO

Tutto questo ha portato la Juventus ad un bivio. Far rimanere il ragazzo ancora a Bergamo sperando in un cambio di idee di Gssperini, oppure riportarlo a Torino. Panchina per panchina tantovale fargliela fare a Vinovo. Tra un allenamneto e un altro, sarebbe in grado di aprendere sin da subito il “codice Juve” grazie alla presenza di campioni quali Higuain e Dybala. Volendo, ci sarebbe anche una terza ipotesi: riportare Orsolini a Torino solamente per poi rigiraralo in prestito a qualche altra squadra.

La Juventus crede in molto in questo ragazzo, autore di otto reti e sei assist nella scorsa stagione di B, ed è uno dei giovani più promettenti del nostro calcio. Un altro tassello che si aggiunge alla già, ormai complicata, relazione con l’Atalanta.