Pessotto ricorda Ale e Ricky e sprona l'Italia di Ventura

Pessotto ricorda Ale e Ricky e sprona l’Italia di Ventura


In occasione di una cena di beneficenza organizzata a Montelupo Fiorentino dall’Associazione Riccardo Neri & Alessio Ferramosca, Gianluca Pessotto ha rilasciato alcune dichiarazioni a Sky Sport. Queste sono state le parole del team manager della Primavera della Juventus.

ALE E RICKY

“Serata importante, non solo perché ci permette di ricordare Ale e Ricky, ma soprattutto perché lo scopo della serata è quello di raccogliere fondi da destinare a tante opere di bene che questa associazione fa, l’Associazione Riccardo Neri & Alessio Ferramosca. Quindi speriamo venga fuori una bella serata, c’è tanta gente di sport, che ha voglia di fare del bene e verrà fuori un’altra bella serata come ce ne sono state tante in questi anni”.

SPAREGGIO MONDIALE CONTRO LA RUSSIA

“L’atmosfera era più o meno la stessa, nel senso che c’era tensione, perchè l’Italia deve partecipare ai Mondiali, merita di essere ai Mondiali, quindi la pressione è normale che ci sia. Oggi come nel ’97. E’ lo stesso auspicio che mi faccio oggi in merito alla partita di domani. Mi auguro che l’Italia riesca a tirare fuori tutte le qualità che ha e che possa fare una bella partita”.

SAN SIRO 12ESIMO UOMO

“Sì, me lo auguro, ma il tifoso italiano ha dimostrato in tante occasioni anche agli Europei di essere nei momenti importanti unito per un obiettivo che per la Nazionale è veramente importante. Mi auguro ci sia lo stadio pieno, caldo, che faccia sentire sì la pressione, perchè la pressione c’è e i giocatori la sentono, ma che metta anche un po’ di pressione e soggezione ai giocatori svedesi, che di solito per natura sembrano imperturbabili, sembrano delle maschere, invece io credo che l’effetto San Siro si possa far sentire e che i ragazzi possano far veramente una bella partita”.