Lotito sul caso Anna Frank: nuova gaffe del presidente biancoceleste

Lotito sul caso Anna Frank: nuova gaffe del presidente biancoceleste


In questi ultimi giorni Anna Frank, martire della tragedia nazista e dell’Olocausto, ha fatto fin troppo parlare di sé, e purtroppo non tramite il suo diario e gli eventi che giustamente ogni anno ribadiscono la sua Memoria. A partire dalla scandalosa immagine che qualche becero tifoso della Lazio aveva mostrato all’Olimpico, pensando in questo modo di protestare contro i rivali giallorossi dell’altra sponda del Tevere, la vittima degli orrori che hanno portato alla Seconda Guerra Mondiale è stata poi “riesumata” dal tecnico granata Sinisa Mihajlovic, che su domanda dei giornalisti in conferenza stampa ha risposto di non conoscere il personaggio in questione.

Il rispetto di tutti i club

A discapito di questi episodi sgradevoli, tutti i club di Serie A, compresa la Lazio, e non ultima la Juve, hanno deciso di manifestare contro le idiozie mostrate dai quattro buontemponi della Curva Nord biancoceleste, leggendo un passo notissimo del Diario di Anna Frank in occasione di tutte le partite della decima giornata di Serie A. Purtroppo gli episodi di razzismo (intendendo qui anche omofobia, antisemitismo ecc) tornano a volte a far capolino nell’ignoranza degli ultras, e tutte le buone azioni e i buoni propositi delle varie società sembrano poi svanire nella realtà, che mostra come nel 2017 questo problema continui a persistere.

Un’altra caduta di stile di Lotito

Claudio Lotito non è nuovo a gaffe ed episodi che rasentano il ridicolo, anche prendendo come esempio dichiarazioni e parole che hanno fatto discutere parecchio. Anche in questa occasione, il numero uno della Lazio ha perso un’occasione buona per tacere: “Il vice rabbino ci sarà? Solo il rabbino c’è? Non valgono un c… questi. Tu hai capito come stamo? A New York il rabbino, er vice rabbino. Famo ‘sta sceneggiata… te te rendi conto“. Queste le parole del presidente registrate da alcuni passeggeri del volo Milano-Roma, poco prima della visita alla Sinagoga di Roma, con l’intento di mostrare vicinanza e solidarietà alla comunità ebraica della capitale. Insomma questa è l’ennesima dimostrazione di come alcune parole e frasi usate come mera circostanza, poi non debbano più far scalpore se vengono pubblicate dal quotidiano del caso, nell’esempio specifico dal Messaggero. La sceneggiata, caro Lotito, l’hai fatta per davvero. Quanta pochezza…