Juve-Sporting, otto denunciati dalle Forze dell'Ordine: il comunicato

Juve-Sporting, otto denunciati dalle Forze dell’Ordine: il comunicato


Che fosse una partita ad alta tensione agonistica era ben noto dalle prime ore del pomeriggio, con l’arrivo in città dei tifosi ospiti. Juve-Sporting si è giocata anche nelle immediate vicinanze dello stadio con controlli preventivi e reati in flagranza. Le Forze dell’Ordine, con la Polizia e la Digos, coordinate dalla questura, hanno fatto di tutto per tenere la soglia della tensione bassa e la serata si è conclusa con ben 8 denunciati, tra cui due tifosi dello Sporting per danneggiamento di seggiolini all’interno del loro settore.

Juve-Sporting, il comunicato della questura

Dentro e fuori allo Stadium, 8 denunce totali operate dalla Polizia di Stato e dalla Digos. Ecco il comunicato della questura:

“Sono 8 le persone denunciate complessivamente dalla Polizia di Stato. Durante le fasi antecedenti alla partita, personale della PAS ha denunciato una cittadina italiana di 54 anni ed un cittadino italiano di 35; quest’ultimo, infatti, era l’autore materiale della contraffazione di felpe e borse a marchio Juventus che la signora si occupava di smerciare nei pressi dello stadio. La donna è stata denunciata per ricettazione e commercio di prodotti falsi, l’uomo per contraffazione. Altre 4 persone sono state denunciate per inosservanza dei provvedimenti dati dall’Autorità: si tratta di gestori di chioschi attorno all’area dello stadio, i quali hanno disatteso il vincolo del divieto di vendita di bottiglie in vetro. Durante la partita, agenti della Squadra Mobile hanno, invece, sanzionato amministrativamente un cittadino italiano di 33 anni per detenzione di hashish e per essersi introdotto all’interno dello stadio senza titolo valido. Due tifosi ospiti di 33  e 35 anni, infine, sono stati denunciati da personale Digos per aver danneggiato dei seggiolini sugli spalti”.

Christian Travaini